Rosenthaler Platz (metropolitana di Berlino)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
U-Bahn.svg Rosenthaler Platz
Ubahn-Rosenthalerplatz.JPG
Stazione della metropolitana di Berlino
Gestore BVG
Inaugurazione 1930
Stato in uso
Linea U 8
Localizzazione Berlino-Mitte
Tipologia stazione sotterranea
Mappa di localizzazione: Berlino
Rosenthaler Platz
Rosenthaler Platz
Metropolitane del mondo

Coordinate: 52°31′48″N 13°24′04″E / 52.53°N 13.401111°E52.53; 13.401111

Metropolitana di Berlino
Linea U8
S-Bahn-Logo.svg  White dot.svg  Wittenau
White dot.svg  Rathaus Reinickendorf
S-Bahn-Logo.svg  White dot.svg  Karl-Bonhoeffer-Nervenklinik
White dot.svg  Lindauer Allee
White dot.svg  Paracelsus-Bad
White dot.svg  Residenzstraße
White dot.svg  Franz-Neumann-Platz
Berlin U9.svg  White dot.svg  Osloer Straße
White dot.svg  Pankstraße
S-Bahn-Logo.svg  White dot.svg  Gesundbrunnen
White dot.svg  Voltastraße
White dot.svg  Bernauer Straße
White dot.svg  Rosenthaler Platz
White dot.svg  Weinmeisterstraße
S-Bahn-Logo.svg Berlin U2.svg Berlin U5.svg  White dot.svg  Alexanderplatz
S-Bahn-Logo.svg  White dot.svg  Jannowitzbrücke
White dot.svg  Heinrich-Heine-Straße
White dot.svg  Moritzplatz
Berlin U1.svg Berlin U3.svg  White dot.svg  Kottbusser Tor
White dot.svg  Schönleinstraße
Berlin U7.svg  White dot.svg  Hermannplatz
White dot.svg  Boddinstraße
White dot.svg  Leinestraße
S-Bahn-Logo.svg  White dot.svg  Hermannstraße

La stazione di Rosenthaler Platz è una stazione della metropolitana di Berlino, sulla linea U 8.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La stazione di Rosenthaler Platz venne costruita come parte della linea Gesundbrunnen-Neukölln («GN-Bahn»)[1] – successivamente denominata «linea D» e oggi «U 8». La stazione entrò in esercizio il 10 aprile 1930[2] contemporaneamente alla tratta dalla stazione di Gesundbrunnen alla stazione di Neanderstraße (oggi denominata «Heinrich-Heine-Straße»).[3]

A partire dal 18 agosto 1961, in conseguenza della costruzione del Muro di Berlino e delle conseguenti nuove disposizioni emanate dal governo della Repubblica Democratica Tedesca, la stazione di Rosenthaler Platz, analogamente a tutte le altre della linea ricadenti nel settore orientale della città, entrò a far parte del gruppo delle cosiddette «stazioni fantasma»: i treni, eserciti dalla BVG occidentale, percorrevano la linea senza effettuare le fermate site nel settore orientale.[4]

La stazione fu riaperta il 22 dicembre 1989, poche settimane dopo la caduta del Muro.[2] Nel mezzanino venne approntato un punto di controllo dei passaporti;[5] i controlli vennero poi aboliti a partire dal 1º luglio dell’anno successivo, in previsione dell’ormai prossima riunificazione tedesca.[6]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (DE) Ulrich Lemke e Uwe Poppel, Berliner U-Bahn, 3ª ed., Düsseldorf, Alba, 1992, ISBN 3-87094-346-7.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]