Rosanna Baiardo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Rosanna Baiardo
Nazionalità Italia Italia
Pallavolo Volleyball (indoor) pictogram.svg
Ruolo centrale
Carriera
Squadre di club
1975-1983Silvio Pellico Sassari
1983-1985Ester Napoli
1985-1987Virtus R. Calabria
1987-1988Robursport Pesaro
1988-1994Silvio Pellico Sassari
Nazionale
1981-1988 Italia Italia 119
Carriera da allenatore
1994-oggiSassari - minivolley
 

Rosanna Baiardo (Sassari, 9 maggio 1962) è un'ex pallavolista, allenatrice di pallavolo e dirigente sportiva italiana.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Scoperta casualmente durante una trasferta da Antonio Giacobbe, tecnico della Nazionale Italiana Femminile, nel 1981 venne convocata nella Nazionale di pallavolo femminile dell'Italia. Questa convocazione suscitò polemiche tanto che la Nazionale venne definita "Baby", proprio per la provenienza dalla Serie "B" di Rosanna. Giocatrice con il ruolo di "centrale", crebbe sportivamente a Sassari, città dove militò in serie "B" con la maglia della Silvio Pellico-Sassari allenata e creata pallavolisticamente parlando da Giampaolo Galleri Nel 1983 si trasferisce a Napoli in una società di serie superiore, che le consente di ultimare gli studi all’'ISEF', al quale si era iscritta dopo aver frequentando il Liceo Azuni di Sassari. Nel 1985 si trasferisce a Reggio Calabria e con la Mangiatorella prende parte al Campionato italiano di pallavolo femminile di Serie A1 (pallavolo femminile). Nel 1987 si trasferisce alla Conad Fano Pesaro, Serie A1 italiana di pallavolo femminile 1986-1987, l'anno seguente rientra a Sassari e riprende a giocare con la Silvio Pellico che milita in serie C, e dopo due anni, nel 1990, nella doppia veste di allenatrice-giocatrice, sfiora, con un secondo posto, la promozione in serie A.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Ha fatto parte della Nazionale dal 1981 al 1988 scendendo in campo in 119 occasioni. Nel 1982 partecipò ai Mondiali disputatisi in Perù. L'anno seguente fu convocata per le selezioni per la XII Universiade di Edmonton, Canada, e per i IX Giochi del Mediterraneo di Casablanca, in cui l'Italia arrivò all'oro. Nel 1986 disputò la fase finale dei Mondiali a Praga.

Allenatore e dirigente[modifica | modifica wikitesto]

Allenatrice di minivolley ritenendo che per il rilancio dello sport isolano (Sardegna) si debba ripartire proprio dai bambini; per questo motivo, nel luglio 2010, fonda una nuova società sportiva denominata Scuola dello Sport la cui attività è rivolta principalmente all'educazione dei bambini con particolare attenzione verso quelle fasce di utenti residenti in aree disagiate e che, per ragioni economiche e sociali, generalmente non si avvicinano allo sport. È stata la prima giocatrice sarda ad aver militato in nazionale. Sotto Rosanna sono cresciute "pallavolisticamente" moltissime giocatrici che ancora oggi militano in campionati nazionali.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]