Minivolley

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Il Minivolley (o "minipallavolo") è un gioco-sport per bambini che, nella sua versione più compiuta, si gioca 3 contro 3 in una porzione del campo della pallavolo, di solito circa un quarto.

Esiste anche una versione 4 contro 4 definita "superminivolley". Il campo, in questo caso, è delimitato da una linea apposita (solitamente di colore giallo) presente però in molti campi di pallavolo.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il minivolley nasce nella Repubblica Democratica Tedesca, ad opera del professor Horst Baacke, negli anni '60, quale preparazione alla pallavolo. Come il suo stesso nome chiaramente indica, era concepito come "pallavolo dei piccoli", o quanto meno, come gioco che derivava dalla pallavolo di alto livello, imitandone i gesti e attraverso una semplice riduzione delle misure del campo, del pallone, dell'altezza della rete e del numero dei giocatori ne anticipava una specifica preparazione.

Questo concetto iniziale ha però subito una profonda metamorfosi attraverso una rapida e chiarificatrice evoluzione, iniziatasi col primo congresso mondiale svoltosi in Svezia nel 1975 e maturata attraverso i successivi Simposium, datati Italia 1979, Argentina 1981 e Francia 1984.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Sport Portale Sport: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di sport