Roberto Barni

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Passi d'oro

Roberto Barni (Pistoia, 30 settembre 1939) è un pittore e scultore italiano.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Le sue opere sono collocate presso il Giardino di Daniel Spoerri a Seggiano[1], nel complesso del Cavallaccio RC10 a Firenze[2], in Piazzetta dell'Ortaggio a Pistoia[3], a Villa Celle presso Pistoia[4], e a Groningen, nei Paesi Bassi[5].

È stato annoverato tra gli esponenti del movimento pittura colta teorizzato dal critico Italo Mussa negli anni ottanta.

Nel 1992-93 partecipò alla mostra The artist and the book in the twentieth century in Italy al Museum of modern art di New York, insieme ad artisti quali Giacomo Balla, Umberto Boccioni, Carlo Carrà, Giorgio de Chirico, Renato Guttuso, Filippo Tommaso Marinetti, Amedeo Modigliani, Emilio Vedova ed altri[6].

Al 2000 risale la collettiva Fermentazioni con Antonino Bove, Giuseppe Chiari, Omar Galliani e Marco Nereo Rotelli a cura di Giandomenico Semeraro presso il Palazzo Ducale di Lucca. In occasione è stato pubblicato un catalogo con testo critico di Giancarlo Politi[7][8]. Nel 2008 partecipò alla mostra "Estetika. Forma & segno. Da Renoir a de Chirico" ad Arona, dove erano presenti opere, fra gli altri, di Georges Braque, Mark Chagall, Carlo Carrà, Salvador Dalí, Giorgio de Chirico, Max Ernst, Joan Miró, Pablo Picasso, Arnaldo Pomodoro, Pierre-Auguste Renoir, Henri de Toulouse-Lautrec e Andy Warhol[9].

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN74661436 · ISNI (EN0000 0000 7861 0061 · SBN IT\ICCU\CFIV\038024 · LCCN (ENn89670320 · GND (DE119358611 · BNF (FRcb120471812 (data) · ULAN (EN500100460 · WorldCat Identities (ENn89-670320