Robert Raymond Reid

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Robert R. Reid)
Jump to navigation Jump to search
Robert Raymond Reid

Robert Raymond Reid (Contea di Beaufort, 8 settembre 1789Tallahassee, 1º luglio 1841) è stato un politico e giudice statunitense.[1] Fu il quarto governatore territoriale della Florida.

All'inizio della sua carriera politica fu rappresentante della Georgia e ricoperse diversi incarichi giudiziari. Presiedette alla convenzione che redasse la prima costituzione della Florida e sostenne un vigoroso processo contro la Seconda Guerra Seminole.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Robert Reid nacque a Prince William Parish, nel distretto di Beaufort, South Carolina, nel 1789. Studiò all'Università della Carolina del Sud e praticò legge ad Augusta, in Georgia. Reid iniziò il servizio pubblico all'età di 27 anni come giudice e in seguito servì la Georgia come rappresentante al XV, XVI e XVII Congresso degli Stati Uniti prestando servizio dal 18 febbraio 1819 al 3 marzo 1823. Ricoprì poi diverse posizioni giudiziarie tra cui il giudice della corte superiore della Georgia, giudice del tribunale circoscrizionale per la Georgia centrale, giudice della città di Augusta, Georgia. Nel maggio 1832, fu nominato giudice degli Stati Uniti per il distretto della Florida orientale dal presidente degli Stati Uniti Andrew Jackson.

La vita di Reid fu segnata da varie tragedie personali. Si sposò tre volte, rimase vedovo due volte e perse numerosi figli e nipoti. Con la sua prima moglie Anna Margaret McClaws, che sposò nel 1811, ebbe cinque figli: Janet, James, Florida, Rosalie e Robert Raymond III. Anna Margaret McClaws morì nel 1825. I bambini Janet e James annegarono entrambi in un incidente con un'imbarcazione a vela nel 1839. Il secondo matrimonio avvenne con Elizabeth Napier D. Randolph nel 1833 che morì di parto nel 1832. Nel 1836 sposò Mary Martha Reid che in seguito divenne nota per la sua attività di assistenza infermieristica durante la guerra civile americana. Ebbero due figli, William e Reymond "Jenks".

Il presidente americano Martin Van Buren nominò Reid governatore della Florida nel dicembre del 1839. Reid presiedette alla convenzione che redasse la prima costituzione della Florida. Morì nella sua casa di Blackwood, vicino Tallahassee, in Florida, il 1º luglio 1841, vittima di un'epidemia di febbre gialla. Anche sua nipote Rebecca Black e la figlia Janet Black furono vittime dell'epidemia di febbre gialla del 1841 che colpì il Panhandle della Florida.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Robert Raymond Reid. URL consultato il 28 December 2018.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN3707998 · LCCN (ENn00077552 · GND (DE1194998585 · WorldCat Identities (ENn00-077552