James E. Broome

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
James Emilius Broome

James Emilius Broome (Hamburg, 15 dicembre 1808DeLand, 23 novembre 1883) è stato un politico, giudice e mercante statunitense.[1] Fu il terzo governatore della Florida.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Broome nacque ad Hamburg, nella Carolina del Sud, e si trasferì in Florida nel 1837. Si occupò di affari mercantili fino a quando si ritirò nel 1841. In quello stesso anno, il Governatore Richard Keith Call lo nominò nella posizione di Probate Judge della Contea di Leon. Rimase in quella posizione fino al 1848.

Fu eletto governatore nel 1852 come democratico e si insediò il 3 ottobre 1853. Durante il suo mandato, il Partito Whig, all'epoca all'opposizione, controllava la Legislatura dello Stato della Florida. Pose il veto a così tante leggi approvate dal legislatore che diventò noto come il "Governatore del veto". Dopo che il suo mandato di governatore terminò, il 5 ottobre 1857, Broome prestò servizio come membro del Senato della Florida nel 1861. Era un grande planter ed era molto in sintonia con la causa confederata. Nel 1865 si trasferì a New York City. Durante una visita con suo figlio a DeLand, in Florida, Broome morì nel 1883.

James E. Broome è stato sposato cinque volte. Tra le sue mogli ci furono Amelia Ann Dozier Broome (1811–1836), Martha Hawkins Macon Broome (1812–1847) e Adelia Kinnier Ferguson (1818–1903). Tra i figli Thomas H. Broome (1843–1910) e James Emelius Broome (1845–1912).

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) James Emilius Broome. URL consultato il 1º gennaio 2019.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN36362858 · LCCN (ENn2007016259 · GND (DE1194999549 · WorldCat Identities (ENn2007-016259
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Biografie