Robasacco

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Robasacco
frazione
Localizzazione
Stato Svizzera Svizzera
Cantone Flag of Canton of Tessin.svg Ticino
Distretto Bellinzona
Comune Cadenazzo
Territorio
Coordinate 46°08′35″N 8°56′45″E / 46.143056°N 8.945833°E46.143056; 8.945833 (Robasacco)Coordinate: 46°08′35″N 8°56′45″E / 46.143056°N 8.945833°E46.143056; 8.945833 (Robasacco)
Altitudine 482 m s.l.m.
Abitanti 109 (2007)
Altre informazioni
Cod. postale 6599
Prefisso 091
Fuso orario UTC+1
Targa TI
Cartografia
Mappa di localizzazione: Svizzera
Robasacco
Robasacco

Robasacco è l'unica frazione di Cadenazzo, nel Canton Ticino nel distretto di Bellinzona: conta 109 abitanti

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il territorio del comune di Robasacco prima degli accorpamenti comunali del 2005

L'abitato medioevale di San Leonardo apparteneva anticamente ai comuni di Medeglia, Bironico, Rivera e Camignolo. Nel 1805 Robasacco divenne comune autonomo per scorporo dal comune di Medeglia; si estendeva per 2,78 km². Il 14 marzo[senza fonte] 2005 è stato accorpato al comune di Cadenazzo[1]; anche la comunanza Medeglia/Robasacco è così confluita nella nuova comunanza Cadenazzo/Monteceneri.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Graziano Tarilli, Robasacco, in Dizionario storico della Svizzera, 11 gennaio 2017. URL consultato il 29 agosto 2017.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Virgilio Gilardoni, Inventario delle cose d'arte e di antichità, II, Distretto di Bellinzona, Edizioni dello Stato, Bellinzona 1955, 268-270.
  • Virgilio Gilardoni, Il Romanico. Catalogo dei monumenti nella Repubblica e Cantone del Ticino, La Vesconta, Casagrande S.A., Bellinzona 1967, 527.
  • Bernhard Anderes, Guida d'Arte della Svizzera Italiana, Edizioni Trelingue, Porza-Lugano 1980, 26.
  • Flavio Maggi, Patriziati e patrizi ticinesi, Pramo Edizioni, Viganello 1997.
  • AA.VV., Guida d'arte della Svizzera italiana, Edizioni Casagrande, Bellinzona 2007, 49, 50.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Ticino Portale Ticino: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Ticino