Richie Havens

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Richie Havens
Richiehavens.jpg
Richie Havens nel 2006
NazionalitàStati Uniti Stati Uniti
GenereFolk rock
Funk
Soul
Folk
Periodo di attività musicale1965 – 2013
Strumentovoce, chitarra, sitar
EtichettaVerve Records, Universal, MGM Records, A&M Records, PolyGram, Solar Records, Epic Records, SME Records, Rylodisc Records, Rhino Entertainment
Album pubblicati29
Studio21
Live2
Raccolte6
Sito ufficiale

Richard Pierce Havens (Brooklyn, 21 gennaio 1941Jersey City, 22 aprile 2013[1]) è stato un cantante e chitarrista statunitense, afroamericano, noto soprattutto per la sua particolare pennata, vigorosa e veloce, e per il suo senso del ritmo.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

La fama di Havens iniziò nella scena folk del Greenwich Village, lo stesso contesto in cui emersero musicalmente artisti come Joan Baez e Bob Dylan. Nel 1969, Havens fu il primo artista a salire sul palco del Festival di Woodstock. Fu accolto con applausi scroscianti e continuò a suonare bis fino a esaurire tutto il proprio repertorio. Alla fine, decise di improvvisare una versione del brano Motherless Child con l'aggiunta della parola "freedom" ("libertà") ripetuta ad infinitum. Questo brano diventò un successo internazionale.

Nel 1993 suonò al concerto in onore del presidente Bill Clinton.

Havens scrisse relativamente poche canzoni, registrando soprattutto cover di brani di Dylan e dei Beatles.

In una intervista pubblicata su "Rolling Stone" (vedi), John Lennon disse di Richie Havens: "He plays a pretty funky guitar" (Suona una chitarra molto funky [bizzarra]). Il brano d'apertura di Time and a Word, secondo album degli Yes, è una cover piuttosto elaborata e con accompagnamento d'orchestra sinfonica di No Opportunity Necessary, No Experience Needed di Havens.

È morto il 22 aprile 2013 all'età di 72 anni a seguito di un attacco cardiaco.[1]

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

  • 1967 - Mixed Bag
  • 1968 - Something Else Again
  • 1968 - Electric Havens
  • 1969 - A Richie Havens Record
  • 1969 - Richard P. Havens, 1983
  • 1970 - Stonehenge
  • 1971 - Alarm Clock
  • 1971 - The Great Blind Degree
  • 1973 - Portfolio
  • 1975 - Mixed Bag II
  • 1976 - The End of the Beginning
  • 1977 - Mirage
  • 1980 - Connections
  • 1983 - Common Ground (con Pino Daniele)
  • 1987 - Simple Things
  • 1987 - Sings Beatles and Dylan
  • 1990 - Live at the Cellar Door
  • 1991 - Now
  • 1994 - Cuts to the Chase
  • 2002 - Wishing Well
  • 2004 - Grace of the Sun
  • 2008 - Nobody Left to Crown

Collaborazioni[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Morto il musicista Richie Havens. Aprì il maxi concerto di Woodstock, la Repubblica, 22 aprile 2013. URL consultato il 23 aprile 2013.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Nick Logan e Bob Woffinden, Enciclopedia del rock, Milano, Fratelli Fabbri Editore, 1977.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN5117747 · ISNI (EN0000 0000 8014 9016 · Europeana agent/base/62121 · LCCN (ENn91075522 · GND (DE121570800 · BNF (FRcb138950392 (data) · BNE (ESXX965828 (data) · WorldCat Identities (ENlccn-n91075522