Richard Hughes (scrittore)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Richard Arthur Warren Hughes (19 aprile 190028 aprile 1976) è stato uno scrittore e poeta britannico.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Il percorso di studi di Hughes si svolse a Godalming, per quanto riguarda l'istruzione secondaria e nell'Oriel College, dove frequentò i corsi universitari.

Hughes, durante la carriera letteraria si dedicò a vari generi, spaziando dalle liriche, che contraddistinsero il suo esordio nel 1922 con Gipsy Night (Notte zingaresca), alle opere teatrali, quali The Sisters' Tragedy and Other Plays (La tragedia delle sorelle e altri drammi, 1924), agli scritti filologici, come gli studi medioevali sulle opere di John Skelton, e infine alla narrativa, della quale si può citare A Moment of Time (Un momento di tempo, 1926).[1] Da segnalare inoltre la narrativa per ragazzi, ben rappresentata da The Spider’s Palace (Il palazzo del ragno, 1931) ed i radiodrammi, dei quali fu un precorritore.[2]

Gli scritti di Hughes che riscossero maggior successo di critica e di pubblico furono i romanzi, e tra questi A High Wind in Jamaica (Ciclone sulla Giamaica, 1929), incentrato sulla vita degli adolescenti, oltreché In Hazard (In pericolo, 1938), che si caratterizzò per alcuni elementi stilistici e contenutistici derivati da Joseph Conrad.[1]

Nella sua maturità letteraria, Hughes progettò una trilogia intitolata The human predicament (La condizione umana), un approfondimento della vita politica, sociale e familiare dell'Europa a cavallo della prima e della seconda guerra mondiale del Novecento, che risultò incompiuta nel terzo ed ultimo capitolo.[2][3]

Hughes svolse, oltre alla professione di scrittore, il mestiere di giornalista e di sceneggiatore.

Opere in italiano[modifica | modifica wikitesto]

Romanzi[modifica | modifica wikitesto]

  • La volpe nella soffitta, (The Fox in the Attic, 1962) (Rizzoli, 1963)
  • Un ciclone sulla Giamaica ( A High Wind in Jamaica, 1929) (Le Fenici tascabili, Guanda, 2001)
  • Nel pericolo (In Hazard, 1938) (Cargo, 2011))

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Le Muse, vol. 6, Novara, De Agostini, 1965, p. 16.
  2. ^ a b Richard Hughes - British writer (nel sito dell'Encyclopædia Britannica, britannica.com. URL consultato il 10 agosto 2016.
  3. ^ Richard Hughes, in Treccani.it – Enciclopedie on line, Istituto dell'Enciclopedia Italiana, 15 marzo 2011. URL consultato il 10 agosto 2016.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Un inquietante viaggio fra le tenebre in "La volpe nella soffitta" di Hughes, La Stampa, Anno 97 n. 61 Cronache dei Libri, 13 marzo 1963
  • Morto R. Hughes, La Stampa, 1º maggio 1976
  • L'incompiuta di Hughes, La Stampa, Tuttolibri, 15 maggio 1976

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN4931315 · LCCN: (ENn50034197 · ISNI: (EN0000 0001 0864 3412 · GND: (DE118554581 · BNF: (FRcb119079559 (data)