Rhizotrogus romanoi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Rhizotrogus romanoi
Immagine di Rhizotrogus romanoi mancante
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Phylum Arthropoda
Subphylum Tracheata
Superclasse Hexapoda
Classe Insecta
Sottoclasse Pterygota
Coorte Endopterygota
Superordine Oligoneoptera
Sezione Coleopteroidea
Ordine Coleoptera
Sottordine Polyphaga
Infraordine Scarabaeiformia
Superfamiglia Scarabaeoidea
Famiglia Scarabaeidae
Sottofamiglia Melolonthinae
Tribù Melolonthini
Genere Rhizotrogus
Specie R. romanoi
Nomenclatura binomiale
Rhizotrogus romanoi
(Sabatinelli, 1975)

Rhizotrogus romanoi (Sabatinelli, 1975) è un coleottero appartenente alla famiglia degli Scarabeidi (sottofamiglia Melolonthinae).

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Adulto[modifica | modifica wikitesto]

R. romanoi si presenta come uno scarabeide di dimensioni medie, oscillando tra i 16 e i 18 mm di lunghezza. È caratterizzato da un corpo tozzo e robusto, dal colore variabile tra il marroncino e il marroncino scuro. I maschi possiedono antenne leggermente più sviluppate rispetto alle femmine.[1]

Larva[modifica | modifica wikitesto]

Le larve hanno l'aspetto di vermi bianchi dalla forma a "C". Presentano la testa e le tre paia di zampe sclerificate.

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

Gli adulti sono visibili con l'arrivo della primavera. Sono soliti volare nei faggeti.[1]

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

R. romanoi è un endemismo della Sicilia. Finora è stato rinvenuto solo nella faggeta di Piano Battaglia.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Alerto Ballerio, Antonio Rey, Marco Uliana, Marco Rastelli, Sergio Rastelli, Marcello Romano, Loris Colacurcio, Rhizotrogus romanoi, Scarabeoidea d'Italia.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]