Renée Faure

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Renée Faure

Renée Faure (Parigi, 4 novembre 1918Clamart, 2 maggio 2005) è stata un'attrice francese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlia di René Faure, direttore dell'ospedale parigino Lariboisière, frequentò i corsi di recitazione di René Simon e André Brunot e nel 1937 superò l'esame di ammissione alla prestigiosa Comédie Française, di cui divenne sociétaire nel 1942. Eccellente interprete di grandi opere teatrali di repertorio, si distinse in particolare in rappresentazioni tratte da Pierre de Marivaux e Alfred de Musset, e ne La dodicesima notte di William Shakespeare e Fedra di Jean Racine.

Nel 1941 Renée Faure fece il suo debutto sul grande schermo in L'Assassinat du père Noël, primo film francese prodotto dalla Continental Films, casa cinematografica attiva durante l'Occupazione grazie a finanziamenti tedeschi. Il film, in cui la giovane attrice interpretò la figlia di Harry Baur, fu diretto da Christian-Jaque, che la Faure sposerà nel 1947. La coppia girerà insieme altri tre film, Silenziosa minaccia (1945), La Certosa di Parma (1948) e Quando le donne amano (1952), prima di divorziare nel 1953.

Le interpretazioni cinematografiche successive confermarono le qualità di interprete dell'attrice, a suo agio sia nei primi ruoli di ingenua, come in La conversa di Belfort (1943) di Robert Bresson, sia in personaggi più complessi e ambigui di donna passionale, come in Vipera del deserto (1947) e Bel Ami (1955). Recitò accanto a grandi attori dell'epoca, come Gérard Philipe in La Certosa di Parma (1948), e fu partner di Jean Gabin in tre pellicole, Sangue alla testa (1956) di Gilles Grangier, Mio figlio (1959) di Denys de La Patellière e Il presidente (1961) di Henri Verneuil.

L'attrice svolse un'intensa attività teatrale presso la Comédie Française durante tutti gli anni cinquanta, lasciando l'istituzione nel 1963 dopo aver interpretato il ruolo di protagonista nel dramma Maria Stuart di Friedrich von Schiller. Vi farà ritorno trionfalmente solo nel 1987 con il ruolo della priora M.me de Croissy in I dialoghi delle Carmelitane di Georges Bernanos. Durante gli anni sessanta e settanta recitò sui palcoscenici francesi in opere di Jean Cocteau (L'aquila a due teste, 1965), Anton Pavlovič Čechov (Il gabbiano, 1967) e Luigi Pirandello (Liolà, 1973).

Nell'ultima parte della sua carriera, l'attrice diede ancora alcune interessanti interpretazioni sul grande schermo, in particolare nei film Il giudice e l'assassino (1976) di Bertrand Tavernier, nel ruolo di M.me Rousseau accanto a Philippe Noiret e Michel Galabru, e La piccola ladra (1988) di Claude Miller, nel ruolo dell'anziana Mère Busato, al fianco di Charlotte Gainsbourg. La sua ultima apparizione cinematografica risale al 1997 nel film Nel profondo paese straniero, diretto da Fabio Carpi.

Filmografia parziale[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN76456112 · ISNI (EN0000 0000 5512 9101 · LCCN (ENno91013261 · GND (DE135358949 · BNF (FRcb13185618b (data) · WorldCat Identities (ENno91-013261