Michel Galabru

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Michel Galabru

Michel Louis Edmond Galabru (Safi, 27 ottobre 1922) è un attore francese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Michel Galabru in Sono fotogenico (1980)

Dopo aver conseguito la licenza liceale, Michel Galabru si trasferì a Parigi, entrando a far parte come contabile del Théâtre National Populair[1]. Iscrittosi al Conservatoire national supérieur d'art dramatique, studiò recitazione con l'attore Denis d'Inès e, nel 1950, entrò a far parte della Comédie-Française, rimanendovi fino al 1957[1].

Galabru fece il suo debutto cinematografico nel 1949 con ruoli secondari, in film quali La bataille du feu di Maurice de Canonge, e la commedia Io, mia moglie e la vacca (1951), ma durante i sette anni trascorsi presso la Comédie Française la sua attività cinematografica rimase saltuaria[1]. Dall'inizio degli anni sessanta, pur continuando a recitare in teatro, si dedicò con maggiore frequenza al cinema, privilegiando il genere leggero[1] e segnalandosi come uno dei più duttili attori comici francesi[2].

Spesso interprete di ruoli di supporto ai protagonisti, recitò con grande successo nella saga dedicata a I gendarmi di Saint-Tropez (1964-1982), una serie di commedie accanto a Louis de Funès e incentrate sulle avventure comiche di un gruppo di poliziotti di Saint-Tropez, tra cui Tre gendarmi a New York (1965)[2], La sua aria burbera, dai modi ostentati e seriosi, e il suo volto dalle gote cascanti gli consentono caratterizzazioni particolarmente riuscite, come quella del deputato moralista Charrier ne Il vizietto (1978), con Ugo Tognazzi e Michel Serrault, personaggio che viene travolto dagli eventi fino a essere costretto alla fuga da un night per travestiti indossando vistosi abiti femminili[2].

Attore particolarmente prolifico, con oltre 150 ruoli in produzioni commerciali di ogni tipo[2], ebbe rare occasioni di imbattersi in registi-autori[1]. Tra le eccezioni, da ricordare la drammatica interpretazione dello squilibrato violentatore nel film Il giudice e l'assassino (1976), di Bertrand Tavernier[2], che consentì a Galabru di vincere nel 1977 il Premio César per il migliore attore.

L'attore ha recitato in alcune occasioni in Italia: lo si ricorda in particolare ne Il gatto (1978) di Luigi Comencini e in Sono fotogenico (1980) di Dino Risi, dove si cimentò in una esilarante caricatura del produttore Dino De Laurentiis.

Attivo anche in televisione, in tempi più recenti Galabru è apparso sugli schermi cinematografici nel ruolo del capo gallico Abraracourcix in Asterix e Obelix contro Cesare (1999) di Claude Zidi, e nella commedia Giù al Nord di Dany Boon, campione di incassi ai botteghini francesi nel 2008.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatori italiani[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e Il chi è del cinema, De Agostini, 1984, pag. 193
  2. ^ a b c d e Le Garzantine - Cinema, Garzanti, 2000, pag. 442

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Premio César per il migliore attore Successore
Philippe Noiret
per Frau Marlene
1977
per Il giudice e l'assassino
Jean Rochefort
per L'uomo del fiume
Controllo di autorità VIAF: (EN73997591 · LCCN: (ENn84167014 · ISNI: (EN0000 0000 5939 7058 · GND: (DE17209111X · BNF: (FRcb13327407q (data)