Raoul Pupo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Raoul Pupo (Trieste, 1952) è uno storico italiano, professore di Storia Contemporanea all'Università di Trieste[1] ed è uno dei massimi conoscitori del fenomeno delle foibe e dell'esodo Giuliano Dalmata.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Professore associato presso il Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali di Trieste e docente di Storia contemporanea dal 2002.[1] È membro sin dal 1996 delle commissioni miste storico-culturali italo-croata e italo-slovena (quest'ultima ha terminato i lavori[2] nel 2000). È inoltre membro del comitato scientifico dell'Istituto Nazionale per la Storia del Movimento di Liberazione in Italia, ed è stato presidente dell'Istituto regionale per la storia del movimento di liberazione nel Friuli - Venezia Giulia.

Alla fine degli anni ottanta del XX secolo, a distanza di oltre quarant'anni dalla tragedia giuliano dalmata, fu uno dei promotori della revisione storica della storiografia relativa ai massacri delle foibe. Con le sue opere ha descritto il dramma perpetrato nei confronti di migliaia di cittadini italiani durante e successivamente alla seconda guerra mondiale nelle terre cedute dall'Italia in base alle decisioni internazionali stabilite dalle disposizioni del Trattato di Pace del 1947.

Ha dedicato diverse pubblicazioni all'esodo istriano ed ha ricostruito le vicende storico-politiche che hanno riguardato il Territorio Libero di Trieste curando in particolare le vicende delle popolazioni coinvolte.

Si è occupato della rifondazione della politica estera italiana curando i rapporti e le vicende storico-politiche tra l'Italia e gli stati che, nel tempo, si sono avvicendati sul confine orientale italiano.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • La rifondazione della politica estera italiana. La questione giuliana (1944-46). Linee interpretative, Udine, Del Bianco, 1979.
  • L'ultima crisi per Trieste. La Gran Bretagna e la questione giuliana nel 1953, Trieste, Centro studi economico-politici Ezio Vanoni, 1984.
  • Fra Italia e Iugoslavia. Saggi sulla questione di Trieste, 1945-1954, Udine, Del Bianco, 1989.
  • Venezia Giulia. Immagini e problemi. 1945, Gorizia, Editrice goriziana, 1992.
  • Matrici della violenza fra foibe e deportazioni, in Chiesa e società nel Goriziano fra guerra e movimenti di liberazione, Gorizia, Istituto di storia sociale e religiosa-Istituto per gli incontri culturali mitteleuropei, 1997.
  • Franco Cecotti e Raoul Pupo (a cura di), Il confine orientale. Una storia rimossa, Milano, Bruno Mondadori, 1998.
  • Guerra e dopoguerra al confine orientale d'Italia, 1938-1956, Udine, Del Bianco, 1999.
  • Marina Cattaruzza, Marco Dogo e Raoul Pupo (a cura di), Esodi. Trasferimenti forzati di popolazione nel Novecento europeo, Napoli, ESI, 2000, ISBN 88-495-0059-9.
  • L'esodo forzoso dall'Istria, in Storia dell'emigrazione italiana, I, Partenze, Roma, Donzelli, 2001. ISBN 88-7989-655-5.
  • La foiba di Basovizza, in Cattolici a Trieste. Nell'impero austro-ungarico, nell'Italia monarchica e fascista, sotto i nazisti, nel secondo dopoguerra e nell'Italia democratica, Trieste, LINT, 2003. ISBN 88-8190-193-5.
  • Foibe, con Roberto Spazzali, Milano, Bruno Mondadori, 2003. ISBN 88-424-9015-6.
  • Il lungo esodo. Istria: le persecuzioni, le foibe, l'esilio, Milano, Rizzoli, 2005, ISBN 88-17-00562-2.
  • Il confine scomparso. Saggi sulla storia dell'Adriatico orientale nel Novecento, Trieste, IRSML, 2007, ISBN 978-88-95170-06-0.
  • Georg Meyr e Raoul Pupo (a cura di), Dalla cortina di ferro al confine ponte. A cinquant'anni dal Memorandum di Londra, l'allargamento della Nato e dell'Unione Europea, Trieste, Comune di Trieste, 2008, ISBN 978-88-87377-34-7.
  • Guido Crainz, Raoul Pupo e Silvia Salvatici (a cura di), Naufraghi della pace. Il 1945, i profughi e le memorie divise d'Europa, Roma, Donzelli, 2008, ISBN 978-88-6036-271-1.
  • Il nuovo confine fra Italia e Jugoslavia; Foibe; L'esodo dei giuliano-dalmati, in Dall'Impero austro-ungarico alle foibe. Conflitti nell'area alto-adriatica, Torino, Bollati Boringhieri, 2009. ISBN 978-88-339-1959-1.
  • Raoul Pupo e Fabio Todero (a cura di), Fiume, D'Annunzio e la crisi dello Stato liberale in Italia, Trieste, IRSML, 2010, ISBN 978-88-904006-3-6.
  • Trieste '45, Roma-Bari, Laterza, 2010, ISBN 978-88-420-9263-6.
  • La violenza del dopoguerra al confine tra due mondi, in Porzûs. Violenza e Resistenza sul confine orientale, Bologna, Il Mulino, 2012. ISBN 978-88-15-23486-5.
  • Attorno all'Adriatico: Venezia Giulia, Fiume e Dalmazia, in La vittoria senza pace. Le occupazioni militari italiane alla fine della grande guerra, Roma-Bari, Laterza, 2014. ISBN 978-88-581-1181-9.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Raoul Pupo, su Università degli Studi di Trieste - Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali. URL consultato il 19 maggio 2016.
  2. ^ Relazioni italo-slovene 1880-1956

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN46884619 · LCCN: (ENn88145224 · SBN: IT\ICCU\CFIV\043435 · ISNI: (EN0000 0000 7821 6507 · GND: (DE1023901706 · BNF: (FRcb12710063r (data) · BAV: ADV12166788