Raffaele Rossi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Raffaele Rossi
Raffaele Rossi VII legislatura.jpg

Senatore della Repubblica Italiana
Legislature V, VI, VII
Gruppo
parlamentare
Comunista
Circoscrizione Emilia-Romagna
Sito istituzionale

Dati generali
Partito politico PCI
Professione insegnante

Raffaele Rossi (Perugia, 1º febbraio 1923Perugia, 7 febbraio 2010) è stato un politico italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nasce in una famiglia artigiana; il padre è fabbro e la madre sarta. Ottiene il diploma di scuola magistrale, avendo come insegnante Averardo Montesperelli che lo influenza nella scelte politiche successive. Ottenuta la licenza di insegnamento nel 1942, prende parte attivamente all'organizzazione antifascista dal 1943.[1]

Immagine giovanile di Raffaele Rossi

Al termine del conflitto si iscrive al Partito Comunista entrando, nel 1946, nella direzione cittadina. Nel 1948 abbandona l'insegnamento per dedicarsi pienamente alla passione politica. Segretario cittadino e poi, in seguito a una richiesta diretta di Giorgio Amendola, della federazione ternana, nel 1956 viene eletto nel comitato centrale del partito.[1]

Nel 1964 riprende l'attività di insegnamento come docente di lettere nelle scuole elementari e medie.[2]

Segretario regionale umbro comunista nel 1966, viene eletto al Consiglio d'Europa e per tre legislature al Senato. L'ultimo suo impegno politico lo vede ricoprire la carica di vicesindaco di Perugia, dal 1980 al 1987.[1]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Sarah Bistocchi, Raffaele Rossi. L'impegno politico e culturale nella Perugia del Novecento, Perugia, Morlacchi editore, 2016, ISBN 978-88-6074-771-6.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Rossi Raffaele, su antifascismoumbro.it. URL consultato il 29/08/2020.
  2. ^ Rossi Raffaele, su siusa.archivi.beniculturali.it. URL consultato il 29/08/2020.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN90141112 · ISNI (EN0000 0001 1477 3088 · SBN IT\ICCU\CFIV\047273 · LCCN (ENn2003037723 · GND (DE122560019 · BNF (FRcb13604452x (data) · WorldCat Identities (ENlccn-n2003037723