RLEF European Shield

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
European Shield
Sport Rugby union pictogram.svg Rugby a 13
Tipo A squadre nazionali
Continente Europa
Organizzatore RLEF
Cadenza Annuale
Sito Internet rlef.eu.com
Storia
Fondazione 2006
Detentore Russia Russia (2º titolo)

L'European Shield è un torneo europeo di rugby a 13 organizzato dalla Rugby League European Federation e creato nel 2006 con lo scopo di promuovere questo sport in Europa Centrale ed Orientale.

Edizioni disputate[modifica | modifica wikitesto]

2006[modifica | modifica wikitesto]

Nell'edizione inaugurale, denominata in origine Central Europe Development Tri-Nations e tenutasi nel 2006, hanno partecipato le Nazionali di Austria, Germania ed Estonia. Il trofeo fu vinto dalla Germania.

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Bad Reichenhall
25 giugno 2006
Germania Germania 34 – 32 Austria Austria Nonner Stadion (358 spett.)

Tallinn
22 luglio 2006
Estonia Estonia 24 – 38 Germania Germania Viimsi Stadium (528 spett.)

Paternion
2 settembre 2006
Austria Austria 56 – 32 Estonia Estonia Paternion Stadium (237 spett.)

Classifica[modifica | modifica wikitesto]

Squadra Giocate Vinte Pareggiate Perse Punteggio pro Punteggio contro Differenza punteggio Punti
Germania Germania 2 2 0 0 72 56 +16 4
Austria Austria 2 1 0 1 88 66 +22 2
Estonia Estonia 2 0 0 2 56 94 −38 0

2007[modifica | modifica wikitesto]

In questa edizione hanno preso parte la Germania, la Repubblica Ceca e la Serbia, quest'ultima vincitrice finale del torneo. Germania e Repubblica Ceca, avendo giocato solo poche partite prima dell'European Shield, erano partite svantaggiate rispetto alla Serbia, la quale aveva a disposizione giocatori impegnati nella Serbian League, il campionato serbo di rugby league.

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Heidelberg
7 luglio 2007
Germania Germania 6 – 38 Serbia Serbia  (264 spett.)

Praga
4 agosto 2007
Rep. Ceca Rep. Ceca 22 – 44 Germania Germania  (200 spett.)

Belgrado
18 agosto 2007
Serbia Serbia 56 – 16 Rep. Ceca Rep. Ceca  (650 spett.)

Classifica[modifica | modifica wikitesto]

Squadra Giocate Vinte Pareggiate Perse Punteggio pro Punteggio contro Differenza punteggio Punti
Serbia Serbia 2 2 0 0 94 22 +72 4
Germania Germania 2 1 0 1 52 60 −8 2
Rep. Ceca Rep. Ceca 2 0 0 2 38 100 −62 0

2008[modifica | modifica wikitesto]

All'inizio del 2008 fu annunciato che l'Italia avrebbe sostituito la Serbia nell'European Shield. La Nazionale serba, infatti, fu promossa ad un livello superiore con Russia e Libano, dopo aver vinto con facilità l'edizione precedente e mostrato buoni risultati negli incontri di qualificazione alla Coppa del Mondo. L'Italia, vincitrice dell'edizione 2008 dell'European Shield, è una delle nuove nazioni europee ad aver adottato il rugby league; l'unico torneo nazionale è rappresentato dall'Italian League, organizzato dalla Federazione Italiana Rugby League.

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Padova
13 giugno 2008
Italia Italia 58 – 26
referto
Germania Germania Stadio Plebiscito (- spett.)

Praga
12 luglio 2008
Rep. Ceca Rep. Ceca 18 – 38 Italia Italia  (- spett.)

Karlsruhe
2 settembre 2008
Germania Germania 62 – 20
referto
Rep. Ceca Rep. Ceca  (- spett.)

Classifica[modifica | modifica wikitesto]

Squadra Giocate Vinte Pareggiate Perse Punteggio pro Punteggio contro Differenza punteggio Punti
Italia Italia 2 2 0 0 96 44 +52 4
Germania Germania 2 1 0 1 88 78 +20 2
Rep. Ceca Rep. Ceca 2 0 0 2 38 100 -62 0

2009[modifica | modifica wikitesto]

L'edizione del 2009 ha visto gli stessi partecipanti del 2008. L'Italia è stata la prima squadra a vincere per due volte consecutive il trofeo.

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Olomouc
4 luglio 2009
Rep. Ceca Rep. Ceca 30 – 4
referto
Germania Germania  (- spett.)

Jesolo
11 luglio 2009
Italia Italia 38 – 8
referto
Rep. Ceca Rep. Ceca  (- spett.)

Hürth
18 luglio 2009
Germania Germania 30 – 42
referto
Italia Italia  (- spett.)

Classifica[modifica | modifica wikitesto]

Squadra Giocate Vinte Pareggiate Perse Punteggio pro Punteggio contro Differenza punteggio Punti
Italia Italia 2 2 0 0 80 38 42 4
Rep. Ceca Rep. Ceca 2 1 0 1 38 42 -4 2
Germania Germania 2 0 0 2 34 72 -38 0

2010[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2010 il formato della competizione ha previsto sei squadre divise in due differenti gruppi da tre, un "gruppo orientale" e un "gruppo occidentale". Il gruppo orientale è stato vinto dalla Russia, mentre nel gruppo occidentale si è affermata la Serbia.

Gruppo orientale[modifica | modifica wikitesto]

Risultati[modifica | modifica wikitesto]
Vereja
27 giugno 2010
Russia Russia 62 – 14 Ucraina Ucraina  (- spett.)

Upesciems
31 luglio 2010
Lettonia Lettonia 4 – 54 Russia Russia  (- spett.)

Kiev
18 settembre 2010
Ucraina Ucraina 112 – 0 Lettonia Lettonia  (- spett.)

Classifica[modifica | modifica wikitesto]
Squadra Giocate Vinte Pareggiate Perse Punteggio pro Punteggio contro Differenza punteggio Punti
Russia Russia 2 2 0 0 106 18 88 4
Ucraina Ucraina 2 1 0 1 126 52 74 2
Lettonia Lettonia 2 0 0 2 4 166 -162 0

Gruppo occidentale[modifica | modifica wikitesto]

Risultati[modifica | modifica wikitesto]
Praga
26 giugno 2010
Rep. Ceca Rep. Ceca 4 – 56 Serbia Serbia  (100 spett.)

Belgrado
3 luglio 2010
Serbia Serbia 40 – 14 Germania Germania  (300 spett.)

Hochspeyer
17 luglio 2010
Germania Germania 96 – 0 Rep. Ceca Rep. Ceca  (- spett.)

Classifica[modifica | modifica wikitesto]
Squadra Giocate Vinte Pareggiate Perse Punteggio pro Punteggio contro Differenza punteggio Punti
Serbia Serbia 2 2 0 0 96 18 78 4
Germania Germania 2 1 0 1 110 40 70 2
Rep. Ceca Rep. Ceca 2 0 0 2 4 152 -148 0

2011[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2011 la competizione è tornata al formato del girone unico di tre squadre, con la maggior parte delle precedenti partecipanti impegnate nelle qualificazioni per la Coppa del Mondo 2013. Il torneo ha visto la partecipazione di due nuove squadre, Malta e Norvegia.

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Oslo
9 luglio 2011
Norvegia Norvegia 32 – 28 Germania Germania Bislett Stadion (- spett.)

Hochspeyer
23 luglio 2011
Germania Germania 36 – 12 Malta Malta  (- spett.)

Pembroke
2 settembre 2011
Malta Malta 64 – 24 Norvegia Norvegia  (- spett.)

Classifica[modifica | modifica wikitesto]

Squadra Giocate Vinte Pareggiate Perse Punteggio pro Punteggio contro Differenza punteggio Punti
Germania Germania 2 1 0 1 64 44 20 2
Malta Malta 2 1 0 1 76 60 16 2
Norvegia Norvegia 2 1 0 1 56 92 -36 2

2012/13[modifica | modifica wikitesto]

In questa nuova edizione Russia e Serbia (nel 2010 vincitori rispettivamente del gruppo orientale e di quello occidentale), Germania (campione uscente) e Italia (qualificata alla Coppa del Mondo 2013) si sono affrontate reciprocamente in gare di andata e ritorno.

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Heidelberg
12 maggio 2012
Germania Germania 25 – 24
referto
Serbia Serbia  (- spett.)

Heidelberg
19 maggio 2012
Germania Germania 26 – 32
referto
Russia Russia  (- spett.)

Belgrado
9 giugno 2012
Serbia Serbia 24 – 18
referto
Italia Italia  (600 spett.)

Piacenza
7 luglio 2012
Italia Italia 72 – 10
referto
Germania Germania Stadio Beltrametti (- spett.)

Naro-Fominsk
8 agosto 2012
Russia Russia 32 – 18
referto
Italia Italia  (- spett.)

Naro-Fominsk
22 settembre 2012
Russia Russia 21 – 20
referto
Serbia Serbia  (- spett.)

Belgrado
18 maggio 2013
Serbia Serbia 46 – 10
referto
Germania Germania  (- spett.)

Belgrado
25 maggio 2013
Serbia Serbia 10 – 24
referto
Russia Russia  (- spett.)

Este
29 giugno 2013
Italia Italia 38 – 18
referto
Russia Russia Stadio Augusteo

Karlsruhe
27 luglio 2013
Germania Germania 30 – 66
referto
Italia Italia  (- spett.)

Naro-Fominsk
10 agosto 2013
Russia Russia 30 – 0
referto
Germania Germania  (- spett.)

Este
14 settembre 2013
Italia Italia 32 – 20
referto
Serbia Serbia Stadio Augusteo

Classifica[modifica | modifica wikitesto]

Squadra Giocate Vinte Pareggiate Perse Punteggio pro Punteggio contro Differenza punteggio Punti
Russia Russia 6 5 0 1 157 112 45 10
Italia Italia 6 4 0 2 244 134 110 8
Serbia Serbia 6 2 0 4 144 130 14 4
Germania Germania 6 1 0 5 101 270 -169 2

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Rugby Portale Rugby: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Rugby