Ptychadena mascareniensis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Ptychadena mascareniensis
Grenouille Ptychadena mascareniensis.JPG
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Amphibia
Sottoclasse Lissamphibia
Ordine Anura
Famiglia Ptychadenidae
Genere Ptychadena
Specie P. mascareniensis
Nomenclatura binomiale
Ptychadena mascareniensis
(Duméril et Bibron, 1841)
Sinonimi

Rana mascareniensis
Duméril and Bibron, 1841
Ptychadena hylaea
Schmidt & Inger, 1959

Ptychadena mascareniensis (Duméril e Bibron, 1841) è una rana della famiglia Ptychadenidae, diffusa in Africa.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Ptychadena mascareniensis.jpg

È una rana che può raggiungere una lunghezza di 43-68 mm, con un muso appuntito e delle gambe lunghe, caratterizzata da una serie di salienti creste dorsali. Il dorso ha una colorazione di base marrone con una banda longitudinale vertebrale che si prolunga sino al muso, di colori brillanti, che vanno dal bianco al beige, dal giallo al verde. In alcuni individui la banda longitudinale è assente o appena accennata. La gola può essere screziata di nero. Il ventre è bianco-giallastro.

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

Questa specie è attiva sia di giorno che di notte.

La sua dieta si basa essenzialmente su piccoli invertebrati terrestri ed acquatici (coleotteri, ortotteri, cicale, libellule, formiche, lepidotteri ma anche girini di anfibi)[2].

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

P.mascaraniensis range.svg

È una specie con un areale ampio e parzialmente frammentato che occupa buona parte dell'Africa subsahariana: dalla Mauritania e dal Senegal a est, sino al Sud Sudan e all'Etiopia a ovest; dalla Tanzania meridionale si spinge a sud sino a Sudafrica, Botswana, Namibia e Angola. È ampiamente diffusa in Madagascar ed è presente anche sull'isola di Mafia (Tanzania). Sottopopolazioni introdotte sono note nelle isole Seychelles e nelle isole Mascarene.[1]

Le popolazioni presenti nella regione del Nilo (Egitto e Sudan), in precedenza attribuite a questa specie, sono state successivamente attribuite a Ptychadena nilotica.

I suoi habitat sono la savana umida e la foresta tropicale.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Mark-Oliver Rödel, Malcolm Largen, Leslie Minter, Kim Howell, Ronald Nussbaum, Miguel Vences, Sherif Baha El Din 2008, Ptychadena mascareniensis, su IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2017.1, IUCN, 2017. URL consultato il 29 agosto 2017.
  2. ^ Inger, R. & Marx H., The food of amphibians., in Exploration du Parc National de l'Upemba, Institut des parcs nationaux du Congo et du Ruanda-Urundi, 1961, Fasc.64: 1-86.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Rödel, M. O. (2000). Herpetofauna of West Africa, Vol. I. Amphibians of the West African Savanna. Ed. Chimaira, Frankfurt, Germania.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Anfibi Portale Anfibi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di anfibi