Proposizione avversativa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La proposizione avversativa è una proposizione subordinata che indica un evento o una situazione che si contrappone a quanto viene detto dalla proposizione reggente.

Nella forma esplicita viene espressa con un verbo al modo indicativo oppure al modo condizionale ed è introdotta dalle congiunzioni: quando, mentre, laddove, ma

  • Es.: Io mi fido di te, quando tu non fai che mentirmi.
  • Es.: Non mi hai dato retta, mentre avresti dovuto farlo.

Nella forma implicita è espressa con un verbo al modo infinito ed è introdotta dalle locuzioni: invece di...., in luogo di...., oppure dalla congiunzione anziché.

  • Es.: Invece di esserle grato, l'ha insultata.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • M. Dardano e P. Trifone, La nuova grammatica della lingua italiana, Bologna, Zanichelli, 2001.
  • Serianni, L., Grammatica italiana; italiano comune e lingua letteraria, Torino, UTET 1989.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Sintassi del periodo - Proposizioni
Logo letteratura

Proposizione principaleProposizione coordinataProposizione reggenteProposizione subordinataProposizione incidentale

Proposizione avversativaProposizione causaleProposizione comparativaProposizione concessivaProposizione condizionaleProposizione consecutivaProposizione dichiarativaProposizione eccettuativaProposizione esclusivaProposizione finaleProposizione interrogativa indirettaProposizione limitativaProposizione modaleProposizione oggettivaProposizione relativaProposizione soggettivaProposizione strumentaleProposizione temporale

Altre voci: Analisi logica del periodoFrasePeriodo ipotetico

Voci di linguistica