Proposizione concessiva

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La proposizione concessiva esprime una concessione, indica cioè che una cosa, sia o non sia vera, non ha effetto su un'altra. Si tratta normalmente di una frase subordinata introdotta da congiunzioni come malgrado, nonostante, sebbene, benché. In questi casi, la concessiva richiede l'uso del congiuntivo (malgrado siano tutti arrivati, c'è poca gente alla festa). È l'unico caso, oltre a quello della proposizione interrogativa indiretta, che vede il condizionale seguire alla congiunzione se:

  • Non andrò alla sua festa domani, anche se mi piacerebbe.

La congiunzione anche se richiede invece l'uso dell'indicativo: anche se sono tutti arrivati...

Esistono proposizioni concessive implicite, che ricorrono dunque all'uso di modi infiniti come il gerundio:

  • Pur ballando male, sono andata alla festa e ho conosciuto un sacco di gente

L'enunciato corrisponde dunque anche se ballo male...

Hanno valore concessivo anche gli enunciati introdotti da indefiniti come chiunque, dovunque, comunque e simili.

Si può parlare di frase concessiva anche nel caso della proposizione principale:

  • Sarà pure un calciatore preparato, ma oggi è apparso del tutto svogliato

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Sintassi del periodo - Proposizioni
Logo letteratura

Proposizione principale - Proposizione coordinata - Proposizione reggente - Proposizione subordinata - Proposizione incidentale

Proposizione avversativaProposizione causaleProposizione comparativaProposizione concessivaProposizione condizionale - Proposizione consecutivaProposizione dichiarativaProposizione eccettuativaProposizione esclusivaProposizione finaleProposizione interrogativa indirettaProposizione limitativaProposizione modaleProposizione oggettivaProposizione relativaProposizione soggettivaProposizione strumentale - Proposizione temporale

Altre voci: Analisi logica del periodo - Frase - Periodo ipotetico

Voci di linguistica