Principato di Smolensk

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Principato di Smolensk
Principato di Smolensk - Stemma
Dati amministrativi
Nome ufficiale Великое княжество Смоленское
Lingue parlate Antica lingua slava orientale
Capitale Smolensk
Politica
Forma di Stato Stato assoluto
Forma di governo Principato
Organi deliberativi Veče
Nascita 1054 con Vyacheslav Yaroslavich
Causa Spartizione della Rus' di Kiev a segito della morte di Jaroslav I
Fine 1387 con Yury Svyatoslavich
Causa Annessione al Granducato di Lituania
Territorio e popolazione
Bacino geografico Russia occidentale
Territorio originale Russia occidentale
Religione e società
Religioni preminenti Cristianesimo ortodosso
Principato di Smolensk - Mappa
Il Principato di Smolensk (in giallo) nel 1237
Evoluzione storica
Preceduto da Rus' di Kiev
Succeduto da Granducato di Lituania
Ora parte di Russia Russia
Bielorussia Bielorussia

Il Principato di Smolensk (Gran Principato di Smolensk) in russo: Смоленское княжество? è stato un principato con capitale Smolensk, che inizialmente faceva parte della Rus' di Kiev ma poi, in seguito alla fine di quest'ultima, divenne indipendente. È esistito dall'XI al XV secolo, quando divenne un territorio controllato dalla Confederazione polacco-lituana. Il territorio di tale Principato si estendeva fra fiumi Volga, Daugava e Dnepr ed era attraversato dalla Via variago-greca, contribuendo alla ricchezza del principato grazie al transito delle merci e, nel corso della storia, includeva le città di Belyj, Dorogobuž, El'nja, Žižec, Zubcov, Izjaslavl', Krasnyj, Kričev, Medyn', Možajsk, Mstislavl', Orša, Rostislavl', Rudnja, Ržev, Slavgorod, Toropec e Vjas'ma.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]