Prima era costituzionale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Sia Ahmed Vefik Pasha e Isaac Pasha presiedettero il primo parlamento ottomano.

La Prima era costituzionale (in turco Birinci Meşrutiyet Devri) dell'Impero Ottomano fu il periodo della monarchia costituzionale a partire dalla promulgazione della Costituzione ottomana del 1876 (Kanûn-ı Esâsî, che significa Legge fondamentale in turco ottomano), scritto da membri dei Giovani ottomani, che ebbe inizio il 23 dicembre 1876 e durò fino al 14 Febbraio 1878.[1][2] Questi giovani ottomani erano insoddisfatti dal Tanzimat e spinsero invece per un governo costituzionale simile a quelli in Europa.[3] Il periodo costituzionale iniziò con la detronizzazione del sultano Abdul Aziz. Abdul Hamid II prese il suo posto come Sultano.[4] L'era si concluse con la sospensione del Parlamento ottomano e la costituzione del sultano Abdul Hamid II, con il quale ripristinò la propria monarchia assoluta.

Istituzione[modifica | modifica wikitesto]

La prima era costituzionale non includeva alcun sistema partitico. A quel tempo, il Parlamento ottomano (noto come Assemblea generale dell'Impero Ottomano) era visto come la voce del popolo ma non come sede per la formazione di partiti politici e organizzazioni.

Le elezioni per il Parlamento si svolsero secondo il regolamento elettorale provvisorio. Il Parlamento ottomano era composto in due parti. La camera bassa al pari di una Camera dei deputati mentre la camera alta era il Senato. La selezione iniziale dei deputati veniva effettuata dai consigli amministrativi delle province (chiamati anche "Meclis-i Umumi").

Dopo l'istituzione dell'Assemblea Generale nelle province, i membri selezionavano i deputati all'interno dell'assemblea per formare la Camera dei Deputati nella capitale. La Camera aveva 115 membri e rifletteva la distribuzione dei millet dell'impero. Nelle seconde elezioni vi erano 69 rappresentanti del millet musulmano e 46 rappresentanti di altri millet (ebrei, fanarioti, armeni).

Ziya Pasha, membro del primo parlamento ottomano.
Vaso Pasha, membro del primo parlamento ottomano.

Il secondo organo era il Senato i cui membri erano selezionati dal Sultano. Il Senato aveva solo 26 membri e fu istituito per sostituire la Sublime porta con il Gran Visir che diventava il presidente del Senato.

Le due elezioni si svolsero tra il 1877 e il 1878.

Primo mandato, 1877[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Prime elezioni generali nell'Impero ottomano del 1877.

Le reazioni dei membri all'imminente guerra furono molto forti e il sultano Abdul Hamid II chiese nuove elezioni citando la guerra russo-turca (1877-1878).

Secondo mandato, 1878[modifica | modifica wikitesto]

La seconda legislatura durò pochi giorni, poiché in seguito ai primi discorsi dei membri dei vilayet balcanici, Abdul Hamid II chiuse il parlamento, citando disordini sociali.

Galleria d’immagini[modifica | modifica wikitesto]

Periodo costituzionale ottomano
Costituzione ottomana del 1876.
Riunione del Parlamento, 1877.

Personalità preminenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Meclis-i Mebusan (Mebuslar Meclisi), su tarihiolaylar.com.
  2. ^ Meclis-i Mebusan nedir, ne zaman kurulmuştur? Meclis-i Mebusan neden kapatıldı?, su sabah.com.tr.
  3. ^ A History of the Modern Middle East. Cleveland and Buntin p.78
  4. ^ "Constitutional Period in the Ottoman Empire." Constitutional Period in the Ottoman Empire. N.p., n.d. Web. Constitutional Period in the Ottoman Empire

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]