Presupposto d'imposta

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Il presupposto d'imposta è quel fatto o atto giuridico rilevatore di capacità contributiva.

Italia[modifica | modifica wikitesto]

In base all'art. 23 della Costituzione:"Nessuna prestazione personale o patrimoniale può essere imposta se non in base alla legge". Sulla base di tale enunciato la giurisprudenza della Corte Costituzionale ha individuato l'esistenza di una Riserva di legge relativa in base alla quale l'introduzione di un nuovo tributo non potrebbe avvenire se non in base ad una legge che ne individui il presupposto, il soggetto passivo, la base imponibile, il metodo di calcolo dell'imposta, le sanzioni. Tutti gli elementi diversi da quelli coperti dalla riserva di cui all'art. 23 della Costituzione, invece, possono essere determinati attraverso l'utilizzo della normativa secondaria, ovvero regolamenti governativi, ministeriali o interministeriali. Il presupposto d'imposta quindi è quell'evento che determina, direttamente o indirettamente, il sorgere dell'obbligazione tributaria. In Italia l'imposta è giustificata dalla sussistenza di situazioni espressive dell’attitudine a produrre reddito (art. 53, Cost.), quale criterio di riparto.

Diritto Portale Diritto: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Diritto