Pitta (gastronomia)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Pitta
Pitta.JPG
Tipo di pitta
Origini
Luogo d'origineItalia Italia
RegioneCalabria
Zona di produzioneCalabria
Dettagli
Categoriapiatto unico
RiconoscimentoP.A.T.
Settorepaste fresche e prodotti della panetteria, della biscotteria, della pasticceria e della confetteria
Altre informazioniun prodotto simile esiste anche in Grecia
 
Pitta farcita

La pitta è un tipico prodotto di panetteria calabrese. La pitta generalmente è una specialità da forno (tipo una focaccia) preparata con l'impasto per il pane che accompagna tradizionalmente il Morzeddhu a la catanzarisi.

Storicamente la pitta era un prodotto secondario del forno, e ritenuto di minor pregio rispetto al pane. La pitta veniva usata come verifica della temperatura ottimale del forno a legna per la preparazione del pane.

Ingredienti[modifica | modifica wikitesto]

  • farina 0 (1000gr)
  • lievito di birra fresco (25 gr) o una bustina di quello secco
  • 1 cucchiaio raso di sale fino
  • strutto (60 gr)
  • 1 cucchiaino di malto (facoltativo)
  • acqua (575 ml).

Altri significati del termine[modifica | modifica wikitesto]

Il termine pitta non ha un significato univoco in tutta la regione; nelle provincie di Vibo Valentia e Reggio Calabria con pitta si intende una forma di pane "normale", tondeggiante Il prodotto con il buco al centro, da consumarsi possibilmente in giornata.[1] In provincia di Vibo Valentia è chiamata col nome jettata, letteralmente "buttata", forse ad indicare il fatto che venisse buttata per provare il forno. In contrapposizione per quanto riguarda la durata, il prodotto a più lunga conservazione è invece il "pani tostu" (pane duro) disidratato ottenuto aprendo alcune forme di pane e lasciandole nel forno ancora caldo per una notte; così trattato esso poteva durare varie settimane e si poteva consumare bagnandolo velocemente sotto l'acqua in uno scolapasta o duro, per accompagnare salumi, formaggi, o anche come biscotto nel latte a colazione o come alimento per i bambini, se cotto ottenendo una pappa.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ il pane tradizionalmente veniva preparato ogni 15 giorni

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]