Pietro Perna

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Pietro Perna

Pietro Perna (Villa Basilica, 1519Basilea, 16 agosto 1582) è stato un tipografo italiano, uno dei più importanti tipografi della Basilea crocevia tra Rinascimento e Riforma protestante. I suoi libri promossero lo sviluppo del protestantesimo italiano, del socinianesimo e della teoria della tolleranza.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Marca tipografica di Perna

Pietro Perna Calcei, appartenente all'ordine dei Domenicani, si convertì al protestantesimo come discepolo del riformatore Pietro Martire Vermigli, rifugiandosi in Svizzera nel 1542 con l'aiuto di Pietro Carnesecchi[1]; giunto a Basilea nel 1544, fondò una tipografia nel 1558. Come "agente librario" costruì una rete che favorì la pubblicazione dei libri di protestanti italiani come Vermigli, Pier Paolo Vergerio, Jacopo Aconcio, Bernardino Ochino, Lelio Sozzini, Sebastian Castellio, Celio Secondo Curione, ecc. Pubblicò l'editio princeps del testo greco delle Enneadi di Plotino e stampò importanti edizioni di autori come Niccolò Machiavelli, Jean Bodin, Francesco Guicciardini, Lodovico Castelvetro, Francesco Petrarca. Pubblicò inoltre le opere di Paracelsus e di molti paracelsiani, ma anche del principale critico di Paracelso, Thomas Erastus. Morì di peste e fu sepolto a Basilea nella chiesa di S. Pietro.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Perini, p.9-36.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN99910118 · ISNI (EN0000 0001 2283 4020 · LCCN (ENn2002047011 · GND (DE11607969X · BNF (FRcb124069571 (data) · CERL cni00039205