Pete Domenici

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Pete Domenici
Pete Domenici.jpg

Senatore, Nuovo Messico
Durata mandato 3 gennaio 1973 - 3 gennaio 2009
Predecessore Clinton Presba Anderson
Successore Tom Udall

Sindaco di Albuquerque, Nuovo Messico
Durata mandato 1967 - 1970

Dati generali
Partito politico Repubblicano
Tendenza politica conservatore
Firma Firma di Pete Domenici

Pietro Vichi "Pete" Domenici (Albuquerque, 7 maggio 1932Albuquerque, 13 settembre 2017) è stato un politico statunitense senatore per lo stato del Nuovo Messico dal 1973 al 2009.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato ad Albuquerque in una famiglia di immigrati italiani provenienti da Sorbara, Domenici divenne insegnante di matematica e successivamente conseguì la laura in legge e intraprese la professione di avvocato.

Entrato in politica con il Partito Repubblicano, nel 1967 venne eletto sindaco della sua città e dopo tre anni si candidò infruttuosamente alla carica di governatore del Nuovo Messico. Nel 1972 tuttavia riuscì a farsi eleggere al Senato, dove rimase per altri cinque mandati. Nel 2008 annunciò il proprio ritiro e lasciò il Congresso dopo trentasei anni di servizio.

Domenici, un repubblicano piuttosto conservatore, fu considerato anche come candidato alla vicepresidenza da George H. W. Bush[1].

Sposato con Nancy Burk, con la quale ha avuto otto figli, nel 2013 Domenici ha riconosciuto pubblicamente un figlio illegittimo avuto negli anni settanta. La sua amante dell'epoca Michelle Laxalt, figlia del collega senatore Paul Laxalt, era infatti rimasta incinta di lui e aveva partorito un bambino di nome Adam[2].

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) Dennis Piasio. "Pete Domenici". In Italian Americans of the Twentieth Century, ed. George Carpetto and Diane M. Evanac (Tampa, FL: Loggia Press, 1999), pp. 130-131.
  • (EN) Richard F. Fenno. The Emergence of a Senate Leader: Pete Domenici and the Reagan Budget, Washington, DC: Congressional Quarterly Press, 1991.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN64808344 · ISNI (EN0000 0000 1045 8550 · GND (DE119010658