Pernach

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Pernach
Drevnosti RG v3 ill082 - Pernath and Shestopiors.jpg
Pernach (sx) e due shestopyor (dx) - ill. di Fëdor Solncev
Tipo Mazza d'armi
Origine Russia Russia
Polonia Polonia
Lituania Lituania
Impiego
Utilizzatori Forze di Cavalleria
Produzione
Data progettazione XII secolo
Ritiro dal servizio XVIII secolo
Varianti Shestopyor
Descrizione
voci di armi presenti su Wikipedia

Il pernach (Перна́ч in lingua russa, Пірна́ч in lingua ucraina, piernacz in lingua polacca) fu il primo tipo di mazza ferrata con testa a flange ("mazza flangiata") sviluppato in Europa dagli armaioli russi di Kiev[1]. Il nome deriva appunto dal vocabolo russo перо (italianizzazione pero), "penna".

Ampiamente utilizzato dai condottieri (voivoda) russi, ucraini, cosacchi e polacchi, il pernach fu l'archetipo da cui svilupparono la successiva mazza d'arme europea, la bulava (mazza-scettro dei comandante in capo polacco-lituano o cosacco) ed il suo equivalente occidentale, il bastone di comando.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

I russi di Kiev appresero l'uso della mazza ferrata, bardoukion o matzoukion, dai frequenti contatti con le truppe dell'Impero bizantino (v. Guerre russo-bizantine)[2] e con le popolazioni nomadi della steppa[3]. Rispetto ai catafratti bizantini e sasanidi, la cavalleria russa superò il vecchio modello della mazza lignea con testa in metallo "semplice" sviluppando la testa "a flange".

Costruzione[modifica | modifica wikitesto]

Il pernach si compone di:

  • testa metallica a flange, solitamente otto, a volte anche dodici, solo in alcuni modelli sei (vedi shestopyor);
  • astile in legno nei primi modelli, in metallo negli esemplari più tardi, contaminati dal modello della mazza gotica occidentale.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Caza, Shawn M. (1993), Medieval flanged maces [1].
  2. ^ Nicolle, David (1999) [e] McBride, Angus, Armies of Medieval Russia 750-1250, Osprey Publishing, pp. 33-34
  3. ^ Farrokh, Kaveh (2005), Sassanian elite cavalry AD 224-642, Osprey Publishing, p. 13, ipotizzi che i turchi, potenza dominante nel Medio Oriente sin dall'XI secolo, avessero appreso l'uso della mazza ferrata sin dal VI secolo causa i frequenti contatti/scontri con i Sasanidi di Persia.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Michał Gradowski, Zdzisław Żygulski, Słownik uzbrojenia historycznego, Varsavia, 2010, Wyd. PWN, ISBN 978-83-01-16260-3.
  • Ian Heath, Angus McBride, Armies of the Byzantine Empire 886-1118, Osprey, 1979, Publishing.
  • David Nicolle, Angus McBride, Armies of Medieval Russia 750-1250, Osprey Publishing, 1999

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]