Pernach

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Pernach
Pernach (sx) e due shestopyor (dx) - ill. di Fëdor Solncev
Pernach (sx) e due shestopyor (dx) - ill. di Fëdor Solncev
Tipo Mazza
Origine Russia Russia
Polonia Polonia
Lituania Lituania
Impiego
Utilizzatori Forze di Cavalleria
Produzione
Data progettazione XII secolo
Ritiro dal servizio XVIII secolo
Varianti Shestopyor
Descrizione

[senza fonte]

voci di armi bianche presenti su Wikipedia

Il Pernach (Перна́ч in lingua russa, Пірна́ч in lingua ucraina, piernacz in lingua polacca) fu il primo tipo di mazza ferrata con testa a flange ("mazza flangiata") sviluppato in Europa dagli armaioli russi di Kiev[1]. Il nome deriva appunto dal vocabolo russo перо (italianizzazione pero), "penna".

Ampiamente utilizzato dai condottieri (voivoda) russi, ucraini, cosacchi e polacchi, il pernach fu l'archetipo da cui svilupparono la successiva mazza d'arme europea, la bulava (mazza-scettro dei comandante in capo polacco-lituano o cosacco) ed il suo equivalente occidentale, il bastone di comando.

Storia[modifica | modifica sorgente]

I russi di Kiev appresero l'uso della mazza ferrata, bardoukion o matzoukion, dai frequenti contatti con le truppe dell'Impero bizantino (v. Guerre russo-bizantine)[2] e con le popolazioni nomadi della steppa[3]. Rispetto ai catafratti bizantini e sasanidi, la cavalleria russa superò il vecchio modello della mazza lignea con testa in metallo "semplice" sviluppando la testa "a flange".

Costruzione[modifica | modifica sorgente]

Il pernach si compone di:

  • testa metallica a flange, solitamente otto, a volte anche dodici, solo in alcuni modelli sei (v. shestopyor);
  • astile in legno nei primi modelli, in metallo negli esemplari più tardi, contaminati dal modello della mazza gotica occidentale.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Caza, Shawn M. (1993), Medieval flanged maces [1].
  2. ^ Nicolle, David (1999) [e] McBride, Angus, Armies of Medieval Russia 750-1250, Osprey Publishing, pp. 33-34
  3. ^ Farrokh, Kaveh (2005), Sassanian elite cavalry AD 224-642, Osprey Publishing, p. 13, ipotizzi che i turchi, potenza dominante nel Medio Oriente sin dal XI secolo, avessero appreso l'uso della mazza ferrata sin dal VI secolo causa i frequenti contatti/scontri con i Sasanidi di Persia.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Gradowski, Michał (2010) [e] Żygulski, Zdzisław, Słownik uzbrojenia historycznego, Varsavia, Wyd. PWN, ISBN 978-83-01-16260-3.
  • Heath, Ian (1979) [e] McBride, Angus, Armies of the Byzantine Empire 886-1118, Osprey Publishing.
  • Nicolle, David (1999) [e] McBride, Angus, Armies of Medieval Russia 750-1250, Osprey Publishing.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]