Patrizia Giancotti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Patrizia Giancotti (Torino, 26 giugno 1958) è un'antropologa, fotografa, giornalista, autrice e conduttrice radiofonica italiana.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Ha pubblicato più di cento reportages per le maggiori riviste e realizzato oltre cinquanta mostre fotografiche in Italia, Francia, Germania, Portogallo, Africa e Brasile. Ha svolto le sue ricerche di antropologia visiva in Italia e all'estero, particolarmente in Brasile, dove ha vissuto per oltre dieci anni, collaborando con lo scrittore Jorge Amado, dedicandosi allo studio dei poteri femminili tra le sacerdotesse del candomblé di Bahia e allo sciamanesimo amazzonico. La sua ultima mostra, "Messaggi d’oltremare", prodotta dal Ministero della Cultura del Brasile, è stata allestita nei saloni espositivi del Senato della Repubblica nel Palazzo del Congresso Nazionale di Brasilia. Insieme all'etnomusicologo cineasta Francesco De Melis ha effettuato rilevamenti di antropologia visiva nel Sud Italia confluiti in lavori foto-cinematografici-musicali quali "Chiumma", sulla devozione dei pescatori di Sciacca, e "Virgo Potens", sulla festa della Madonna dell'Arco. Per l'Ambasciata del Brasile, con il contributo del Ministero degli Esteri del Brasile, Telecom e Banco do Brasil, ha ideato e prodotto "Musica Brasileira na Sala Palestrina" due volumi contenenti supporti audio e video dei concerti di musica erudita tenuti nella storica sala di Palazzo Pamphili. Ha collaborato alla produzione di eventi culturali e concerti tra cui quello di Ennio Morricone al Teatro Municipale di Rio de Janeiro, e quello di José Carreras alla Villa Reale di Monza. È stata responsabile casting e fotografa di scena per la produzione di vari film internazionali, nonché per la performance dell'artista Luigi Ontani prodotta dal Museo d'arte moderna e contemporanea di Trento e Rovereto, realizzata nel Parco dei Mostri di Bomarzo. Tiene corsi e seminari in varie Università italiane, realizza conferenze visive e partecipa a convegni internazionali in qualità di antropologa come a quello ideato da Ismael Ivo per la Biennale Danza di Venezia. Nel 2014 ha ideato, prodotto e co-diretto per conto dell'Istituto Centrale per la Demoetnoantropologia il film sul Museo Nazionale delle Arti e Tradizioni Popolari "A memoria d'uomo". Dal 2003 lavora per la radio nazionale, attualmente è impegnata come autrice e conduttrice nei programmi di Radio3 Wikiradio e Passioni. Per il GAL dell'area grecanica della Calabria, ha svolto una lunga ricerca di antropologia visiva, confluita nel libro Filoxenìa - L'accoglienza tra i Greci di Calabria (Rubbettino editore) e nel ciclo di racconti radiofonici Volti e voci della Calabria Greca (per l'ascolto http://www.passioni.rai.it/dl/portaleRadio/Programmi/Page-5f6a383c-7e48-4074-9b27-115f3e971eb2.html?set=ContentSet-e52ee2a2-d795-4bc6-9681-007ffe7b8102&type=A). Il libro ha ricevuto il Premio Ali sul Mediterraneo 2017. Insegna antropologia storica nella sede milanese della Università Sigmund Freud di Vienna e alla UPTER Università Popolare di Roma.

Principali mostre personali[modifica | modifica wikitesto]

  • 1981 "Cercatori" Torino, Biennale Internazionale di Fotografia
  • 1990 "Viva Amazzonia" Roma, Ambasciata del Brasile
  • 1991 "Succede a Bahia" Volterra, Palazzo dei Priori
  • 1991 "Bahia" Roma, Istituto Italo Latino Americano; Milano, Galleria "il diaframma"
  • 1993/2004 "Le Signore di Bahia" Parigi, Ambasciata del Brasile; Benin, Festival Retrouvailles Amerique-Afrique, Palais Royal Porto Novo; Perugia, Rocca Paolina, Sala Cannoniera; Napoli, Istituto Suor Orsola Benincasa; Milano, Viareggio, Verona Festival Latino Americano; München, Festival "Latino America Presente!", Gasteig, Carl-Orff-Saal; Sciacca, Cortile Arabo; Torino, Festival Internazionale di Danza Africana, Teatro Nuovo
  • 1994 "Sulla rotta degli schiavi" Salvador da Bahia
  • 1997 "Simboli del potere e potere dei simboli tra Africa e Brasile" Napoli, Istituto Suor Orsola Benincasa
  • 2000 "Viva o povo brasileiro" Milano, Verona, Festival Latino Americano
  • 2001 "Pernambuco tra stelle e arcobaleno" Lisbona, Centro Colombo
  • 2003 "La nostalgia del corpo" Torino, Festival Internazionale di Danza Africana, Reggio Emilia, RED Festival
  • 2004 "Jorge Amado e la sirena di Bahia" Napoli, Città della Scienza
  • 2007 "Siamo tutti brasiliani" Vicenza, Casa del Palladio
  • 2008 "Nel paese del Carnevale" Castrovillari, Ex Convento di San Francesco
  • 2008 "A alma da Bahia" Salvador da Bahia, Museu de Arte Moderna; Maceiò, Museu Antropologico Theo Brandao
  • 2008 "Misti si nasce" San Rossore, Pisa, Festival contro ogni razzismo; Anacapri, Festival Vento do mar
  • 2008 "Qualcosa che il mondo non aveva mai visto" Roma, Festival del Film, Ambasciata del Brasile
  • 2010 "Le donne di Amado" in 35 teatri italiani
  • 2011 "Benin Bahia - Messaggi d'oltremare" Brasília, Palazzo del Congresso Nazionale
  • 2015 "Misti si nasce" Reggio Calabria, Foyer Teatro Cilea, Settimana europea contro ogni razzismo

Radio[modifica | modifica wikitesto]

Dal 2003 al 2005 ha lavorato come autrice e coconduttrice al programma Atlantis di Rai Radio 2 affiancando Lorenzo Scoles. Per Rai Radio 3 Il terzo Anello, ha ideato e condotto il programma Siamo tutti brasiliani. Attualmente è autrice conduttrice per i programmi Wikiradio e Passioni di Radio3.

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Il Sindaco di Salvador da Bahia Lídice da Mata le ha conferito il premio "Specchio di Oxum" per gli anni spesi a divulgare Bahia e la sua cultura. Il sette settembre 2001 il Presidente del Brasile l'ha insignita con l'alta onorificenza dell'Ordine del Cruzeiro do Sul, per la conoscenza e la divulgazione della cultura brasiliana, per l'amicizia nei confronti del Brasile e i servigi resi al Paese attraverso il suo lavoro.

Testimonianze[modifica | modifica wikitesto]

"Nemmeno mi ricordo la prima volta che questa italiana-baiana mise piede in casa mia: per me c'è sempre stata. Ho visto i suoi occhi e il suo cuore prima che cominciassero a fotografare il Brasile, ma si capiva già cosa ne sarebbe venuto fuori. Nelle foto di Patrizia Giancotti c'è l'anima di Bahia." Jorge Amado Bahia

"Noi baiani dobbiamo ringraziare Patrizia per aver scoperto i punti di concentrazione di una bellezza così nostra da esser lasciata a disperdersi in una vita che sembra essere di tutti e corre il rischio di non esser di nessuno. Patrizia vede la Bahia che io sento e sente la Bahia che vede. I colori nitidi e la religiosità diffusa, l'uomo del popolo che sembra un santo e suggerisce erotismo, la bambina ancora totalmente innocente e già totalmente consapevole. Tutto ciò che è Bahia è qui. Grazie Patrizia.” Caetano Veloso Bahia

"In Italia Patrizia Giancotti festeggia ogni trentun dicembre la sua Sirena-Yemanjà che arriva veleggiando da Bahia."

Jorge Amado Navegaçao de cabotagem (Ed. Record Rio de Janeiro)

Pubblicazioni[modifica | modifica wikitesto]

Rome, Insight Guide Apa Book 1990
Bahia con testi di J. Amado, C. Veloso, L. Stegagno Picchio A&A Milano 1991
Rome, Insight Guide Gallimar 1991
Bahias Corrupio 1993
Amazzonia labirinto verde Giunti 1993
Bahia de Todos os Santos Garzanti 1994
Mito e desiderio "la mãe de santo in azione" Il nuovo spettatore 1994
Il cucchiaio d'argento - Campania Domus 2007
Il cucchiaio d'argento - Emilia Romagna Domus 2007
Il cucchiaio d'argento - Calabria Domus 2007
Koning Van Katoren - Filmeditie Lemniscaat 2012
Filoxenìa - L'accoglienza tra i Greci di Calabria Rubbettino 2016