Partito della Sinistra Socialista

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Partito della Sinistra Socialista
(NO) Sosialistisk Venstreparti (SV)
Leader Audun Lysbakken
Segretario Silje Schei Tveitdal
Stato Norvegia Norvegia
Sede Akersgata 35,
Oslo
Fondazione 1975
Ideologia Socialismo democratico,[1]
Ecosocialismo[1]
Euroscetticismo
Femminismo
Collocazione Sinistra
Seggi Storting
7 / 169
 (2013)
Iscritti 9 500 (2008)
Colori rosso e verde
Sito web sv.no

Il Partito della Sinistra Socialista (Sosialistisk Venstreparti, SV) è un partito politico norvegese di sinistra, di ispirazione socialista democratica e ecosocialista.[1]

È membro dell'Alleanza della Sinistra Verde Nordica.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1973 venne fondata la Lega elettorale socialista, un'alleanza composta da:

La Lega contribuì fortemente alla vittoria del referendum contro l'ingresso nell'Unione Europea nel 1972. Alle elezioni politiche del 1973 ottenne 16 deputati ed l'11,6% dei voti. Nel 1975 venne formalmente fondato il Partito della Sinistra Socialista, al quale, però, non prese parte il Partito Comunista.

Negli anni Ottanta per il SV fu estremamente difficile conseguire seggi in Parlamento. Agli inizi degli anni Novanta il partito perse ulteriormente consensi, salvo nel 1994 quando si impegnò nuovamente contro l'ingresso nella UE. L'intervento militare in Kosovo scosse il partito, che si vide diviso tra chi riteneva l'iniziativa necessaria per difendere i diritti umani e chi si faceva portavoce delle tradizionali posizioni anti-NATO. Posizioni univoche invece ci sono state sia contro l'intervento in Afghanistan che contro quello in Iraq. Dalla fine degli anni '90 il partito è andato spostandosi su posizioni meno massimaliste, ponendo decisa attenzione alle tematiche ambientaliste ed egualitarie.

L'opposizione alla guerra in Iraq e le posizioni più "moderate" hanno riavvicinato il SV ai laburisti tanto che il partito ha deciso di prendere parte, per le elezione del 2005, alla coalizione "Rosso-Verde" (SV, Laburisti e Partito Centrista). Alle elezioni, il SV ha ottenuto l'8,8% dei voti e 15 seggi. La coalizione ha così conquistato il governo, il primo al quale ha preso parte il SV.

Leaders[modifica | modifica wikitesto]

Risultati elettorali[modifica | modifica wikitesto]

Anno Voti Seggi
2001 316 456
23 / 169
2005 233 069
15 / 169
2009 166 361
11 / 169
2013 116 057
7 / 169

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (EN) Parties and elections - Norway, parties-and-elections.eu. URL consultato il 4 giugno 2012.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]