Paolo Regina

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vai alla navigazione Vai alla ricerca

Paolo Regina (Milano, 11 luglio 1959) è uno scrittore italiano di gialli.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Di origini pugliesi, si ritrasferisce con la famiglia a Bisceglie nel 1965. Impara molto precocemente a leggere e a scrivere da solo, guardando la trasmissione Non è mai troppo tardi del maestro Alberto Manzi. Dopo la maturità classica consegue la laurea in Giurisprudenza all'Università di Ferrara.

Dal 1983 al 1984 è stato ufficiale di complemento della Guardia di Finanza, prestando servizio presso il Nucleo di Polizia Tributaria di Napoli, dove ha collaborato alla redazione di un manuale operativo sulla legge Rognoni - La Torre.

Lavora per molti anni come dirigente nel mondo delle associazioni di categoria, parallelamente a incarichi di docenza in marketing e comunicazione alla facoltà di lettere dell'Università di Ferrara.

Amante della musica rock e blues, chitarrista, negli anni '80 è stato componente della band The Backstreets.

Dopo aver pubblicato alcuni libri di carattere specialistico nell'ambito del marketing e del diritto, si dedica, dal 2018 alla scrittura di romanzi gialli e noir, editi dalla casa editrice SEM/ Feltrinelli .

Ha ideato e diretto la rassegna "Giallo a Palazzo" e ispirato il ciclo di trasmissioni tv "Giallo a Cremona" in onda sull'emittente Cremona1

Paolo Regina

Romanzi[modifica | modifica wikitesto]

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

  • Premio della Giuria a Garfagnana in Giallo 2021 con il romanzo "Da quanto tempo non piangi, capitano De Nittis?"
  • Menzione speciale Pinketts per il miglior detective al festival BargaNoir 2022 con il romanzo "Promemoria per il diavolo".
  • Premio "Oscar del Libro 2023" Città di Trani con il romanzo "Promemoria per il diavolo"

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN46144477 · ISNI (EN0000 0000 3855 0236 · SBN TO0V394569 · LCCN (ENn2003105195