Palazzo Rossotti-Chiarelli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Palazzo Rossotti-Chiarelli
Palazzo Rossotti 1.jpg
Localizzazione
StatoItalia Italia
LocalitàAlcamo
IndirizzoVia Rossotti,30
Coordinate37°58′54.12″N 12°57′59.76″E / 37.9817°N 12.9666°E37.9817; 12.9666Coordinate: 37°58′54.12″N 12°57′59.76″E / 37.9817°N 12.9666°E37.9817; 12.9666
Informazioni generali
Condizionidiscreto
CostruzioneXVIII secolo
Usocivile
Realizzazione
Proprietariofamiglie Settipani e Amato

Il Palazzo Rossotti-Chiarelli, risalente al XVIII secolo, si trova nella via Rossotti di Alcamo, nella provincia di Trapani. Nella stessa strada è ubicata la Chiesa del Santissimo Salvatore(o Badia Grande).

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

La facciata, in stile barocco, presenta al piano terra cinque finestre e sette ingressi secondari che oggi fanno parte di alcune abitazioni, e un ingresso principale molto bello. Al primo piano, a parte le tre finestre con mensole e frontone in pietra, ci sono cinque balconi con mensole e ballatoi in pietra intagliata.[1]

Davvero imponenti risultano i due balconi principali, con ballatoi intagliati e una ringhiera bombata in ferro; anche le porte dei balconi appaiono molto eleganti, con elementi floreali, capitelli corinzi sovrastati da un architrave e lo stemma della famiglia, rappresentato da uno scudo con linee ondulate, sormontato da un leone rampante e incoronato, girato verso un sole che nasce.[1] Nella parte superiore c'è un medaglione con una figura di donna in rilievo.

Sulle vie Tenente De Blasi Chiarelli e via Madonna dell'Alto, esistono alcune porte e finestre.

Fino alla fine del XX secolo questo palazzo è stata la residenza dei Rossotti, poi venne ereditato dalla famiglia Chiarelli. Oggi è di proprietà della famiglia Settipani e della famiglia Amato.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Roberto Calia: I Palazzi dell'aristocrazia e della borghesia alcamese; Alcamo, Carrubba, 1997

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Roberto Calia, I Palazzi dell'aristocrazia e della borghesia alcamese, Alcamo, Carrubba, 1997
  • P.M. Rocca, Di alcuni antichi edifici di Alcamo; Palermo, tip. Castellana-Di Stefano, 1905
  • Giuseppe Polizzi, I monumenti di antichità e d'arte della provincia di Trapani, Trapani, Giovanni Modica Romano, 1879

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]