Oratorio di San Rocco (Bore)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Oratorio di San Rocco
Stato Italia Italia
Regione Emilia-Romagna Emilia-Romagna
Località Bore-Stemma.png Metti, frazione di Bore
Religione cristiana cattolica di rito romano
Titolare san Rocco
Diocesi Piacenza-Bobbio
Stile architettonico romanico e barocco
Inizio costruzione XVI secolo
Completamento XVII secolo

Coordinate: 44°42′50.01″N 9°48′13.65″E / 44.713893°N 9.803793°E44.713893; 9.803793

L'oratorio di San Rocco è un luogo di culto cattolico dalle forme tardo-romaniche e barocche situato in località Pereto a Metti, frazione di Bore, in provincia di Parma.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il luogo di culto fu costruito in seguito a una pestilenza nel XVI secolo; la più antica testimonianza della sua esistenza risale al 1579, perciò gli storici ipotizzano che sia stato eretto immediatamente dopo la peste del 1524.[1]

L'edificio fu successivamente ristrutturato a più riprese e decorato internamente in stile barocco.[2]

Nella prima metà del XVIII secolo l'oratorio fu gestito dalla confraternita di San Rocco, menzionata in documenti del 1739 e successivamente sciolta.[1]

Architettura[modifica | modifica wikitesto]

L'oratorio si sviluppa su una pianta a navata unica, con ingresso a ovest e presbiterio absidato a est.[1]

La semplice e simmetrica facciata a capanna, rivestita in pietra come il resto dell'edificio, è preceduta da un piccolo sagrato pavimentato in ciottoli di fiume; nel mezzo è collocato l'ampio portale d'ingresso, sormontato da un oculo; in sommità una fascia intonacata corre lungo il profilo della cuspide, che si interrompe alle estremità per assumere un andamento orizzontale.[1]

I fianchi sono illuminati da piccole aperture a lunetta; al termine del lato nord si innalza il campanile a base quadrata, con cella campanaria affacciata sulle quattro fronti attraverso monofore ad arco a tutto sesto;[1] all'interno sono ospitate due campane in bronzo, di cui una risalente al 1533 e l'altra al 1930.[2]

Sul retro si allunga l'abside semicircolare in pietra, caratterizzata dalla presenza di un piccolo oculo centrale.[1]

All'interno la navata intonacata, coperta da una volta a botte lunettata affrescata, è suddivisa in due campate da massicce paraste decorate a trompe-l'œil con finte lesene binate; in sommità si sviluppa sulla trabeazione dipinta il cornicione perimetrale in aggetto. Ai lati si aprono due piccole cappelle all'interno di arcate a sesto ribassato.[1]

Il presbiterio, lievemente sopraelevato, è coperto da una volta a botte dipinta a motivi floreali; le stesse decorazioni proseguono anche sugli spicchi del catino absidale. Al centro è collocato l'altare maggiore a mensa, realizzato in marmo bianco su pilastrini.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f g h Oratorio di San Rocco "Metti, Bore", su www.chieseitaliane.chiesacattolica.it. URL consultato il 21 agosto 2017.
  2. ^ a b Oratorio di San Rocco, su www.iatfornovo.it. URL consultato il 21 agosto 2017.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]