Ophrys bertolonii explanata

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Ophrys explanata)
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Ophrys bertolonii explanata
Ophrys Bertolonii.jpg
Classificazione Cronquist
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Divisione Magnoliophyta
Classe Liliopsida
Ordine Orchidales
Famiglia Orchidaceae
Sottofamiglia Orchidoideae
Tribù Orchideae
Sottotribù Orchidinae
Genere Ophrys
Specie O. bertolonii
Sottospecie O. bertolonii explanata
Classificazione APG
Ordine Asparagales
Famiglia Orchidaceae
Nomenclatura trinomiale
Ophrys bertolonii explanata
(Lojac.) Soca, 2001
Sinonimi

Bas.: Ophrys bertolonii var. explanata
Lojac., 1908
Ophrys explanata
(Lojac.) P.Delforge, 1989

Ophrys bertolonii explanata (Lojac.) Soca, 2001 è una pianta appartenente alla famiglia delle Orchidaceae, endemica della Sicilia.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

È una pianta erbacea alta 10–30 cm.
L'infiorescenza, lassa, raggruppa da 2 a 5 fiori, più piccoli rispetto a quelli della Ophrys bertolonii subsp. bertolonii, con sepali, ovato-lanceolati, e petali, acuti e triangolari, di colore dal bianco al rosa.
Il labello è a forma di sella, meno incurvato rispetto a quello della sottospecie nominale, ricoperto da una fitta peluria bruno-nerastra, con una macula glabra, lucida, di colore grigio-violaceo; presenta una appendice apicale verdastra, anch'essa glabra e rivolta verso l'alto. Il ginostemio è allungato e appuntito, con cavità stigmatica più larga che alta. Altro carattere distintivo rispetto alla sottospecie nominale è la posizione degli pseudo-occhi, collocati a ridosso della cavità stigmatica.

Fiorisce da marzo a metà aprile, 2-3 settimane in anticipo rispetto alla sottospecie nominale.

Riproduzione[modifica | modifica wikitesto]

Si riproduce per impollinazione entomofila ad opera dell'imenottero Megachile sicula (Megachilidae).

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

È una specie endemica della Sicilia, ove è segnalata nei dintorni di Palermo e nella Sicilia sud-orientale.

Cresce su garighe e praterie, da 0 a 800 m di altitudine, prediligendo i suoli calcarei.

Tassonomia[modifica | modifica wikitesto]

Descritta originariamente come una mera varietà di Ophrys bertolonii (O. bertolonii var. explanata Lojac., 1908), questa entità è considerata da Pierre Delforge come una specie a sé stante (Ophrys explanata) [1].
Il Gruppo Italiano per la Ricerca sulle Orchidee Spontanee (GIROS) in una recente pubblicazione la riduce al rango di sottospecie con il nome di Ophrys bertolonii subsp. explanata [2].

Ibridi[modifica | modifica wikitesto]

  • Ophrys × mazzolana Falci, S.A.Giardina & Serio, 2008 (Ophrys lunulata × O. bertolonii explanata)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Delforge 2006, p.621
  2. ^ GIROS 2009, p.193

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Botanica Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica