Nuova Riveduta

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La Nuova Riveduta è una traduzione della Bibbia in Italiano curata dalla Società Biblica di Ginevra e pubblicata per la prima volta nel 1994. Successivamente è stata ulteriormente rivista.

Prende il nome Nuova Riveduta dalla versione Riveduta curata da Giovanni Luzzi negli anni Venti che a sua volta è una revisione della traduzione di Giovanni Diodati del XVII secolo. Le nuove revisioni tengono via via conto delle concezioni scientifiche più recenti di critica testuale.

È la Bibbia più usata nel mondo protestante ed evangelico, vale a dire tra quei cristiani che rifacendosi al principio "Sola Scriptura", valorizzano al massimo il testo biblico ritenendolo unica fonte della Parola di Dio. Questa traduzione, nello specifico, ha la particolarità di tenersi al passo con le evoluzioni della lingua italiana e con gli ultimi ritrovamenti archeologici (es. grotte di Qumran).

Anche la Nuova Riveduta sostituisce il nome Divino Tetragramma biblico YHWH, presente nei testi originali ebraici, con la parola SIGNORE. A differenza di altre traduzioni questo testo è scritto in carattere maiuscoletto, permettendo al lettore attento di valutare il gran numero di volte che il tetragramma biblico è presente nel testo, e di distinguerlo (ovviamente solo nel caso di testo letto ma non ascoltato) dal termine Signore (non maiuscoletto) che è la traduzione di un'altra parola ebraica «'adhonai».

Altre versioni bibliche in italiano, hanno comunque reso il Tetragramma biblico Jahweh, oppure Geova.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]