Note (album)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Note
ArtistaGiusto Pio
Tipo albumStudio
Pubblicazionenovembre 1987
Durata32:46
Dischi1
Tracce9
GenerePop
New age
EtichettaCBS
ProduttoreAngelo Carrara
RegistrazioneCetra Art Recording Studio di Milano
FormatiLP, MC, CD
Giusto Pio - cronologia
Album precedente
(1983)
Album successivo
(1988)

Note è il quarto album in studio del musicista italiano Giusto Pio, pubblicato nel novembre 1987.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

All'interno della discografia di Giusto Pio si tratta del primo album realizzato senza il coinvolgimento di Franco Battiato e l'ultimo di musica leggera. Sono infatti assenti le influenze orientaleggianti che caratterizzavano i due dischi precedenti, a favore di uno stile più intimista che prelude ai successivi lavori del maestro, di stampo new age.[1] Per descrivere il suo lavoro, Pio afferma: «Cerco di fare quello che fecero Bach, Mozart, Brahms: guardo al passato, raccontandolo con il linguaggio di oggi.»[2]

La Ninna nanna per Andrea è dedicata al nipotino Andrea Pio. I brani Halley e Capitano Nemo sono rielaborazioni di composizioni precedentemente realizzate per l'inedito album Cigarettes del 1978, che avrebbe visto la collaborazione di Giusto Pio, Franco Battiato, Juri Camisasca e Fabio Pianigiani.

Agli inizi degli anni 2000 Pio pubblica sul suo sito ufficiale due demo risalenti alle registrazioni di Note: Duetto e Porcellana.[3]

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

  1. Capriccio – 3:38
  2. Halley – 4:20
  3. Concerto – 4:01
  4. Capitano Nemo – 4:18
  5. Ninna nanna per Andrea – 3:22
  6. Inno – 3:06
  7. Angeli? – 3:32
  8. Sagra – 3:11
  9. Ultimo Lied – 3:18

Durata totale: 32:46

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Enzo Gentile, Bello senz'anima, il "New age" modello Italia, in la Repubblica, 14 novembre 1987. URL consultato l'11 ottobre 2019.
  2. ^ Cesare Romana, Giusto Pio, "Note" da sogno, in il Giornale, 5 novembre 1987. URL consultato l'11 ottobre 2019.
  3. ^ Media, su Giusto Pio, Libero. URL consultato l'11 ottobre 2019.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Angelo Zanellato (a cura di), Dedicato a Giusto Pio, Danilo Zanetti Editore, 2011, p. 67, ISBN 978-88-95302-78-2.
Musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica