Personaggi di Band of Brothers - Fratelli al fronte

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Norman S. Dike)
Screenshot dei titoli di testa

Questa voce contiene un elenco dei personaggi presenti nella miniserie televisiva Band of Brothers - Fratelli al fronte.

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

Richard Winters[modifica | modifica wikitesto]

Durante la seconda guerra mondiale per un breve periodo comandò la Compagnia Easy, resa celebre da Stephen Ambrose nel libro Banda di fratelli e nell'omonima serie televisiva del 2001 che da esso è tratta, trasmessa per la prima volta in Italia nel 2003. In seguito divenne comandante dell'intero 2º Battaglione del 506º Reggimento di Fanteria Paracadutista della 101ª Divisione Aviotrasportata. Rimase qualche anno nell'esercito, ai tempi della Corea addestrava paracadutisti ma non prese parte al conflitto. Congedatosi col grado di maggiore, realizzò poi il progetto di comprarsi una fattoria, di metter su famiglia e di trascorrere il resto della vita in pace (desiderio espresso fin dai tempi del D Day) al tempo della messa in onda della serie (il 2001) era ancora in vita.

Lewis Nixon[modifica | modifica wikitesto]

Fu capitano nella seconda guerra mondiale, apparteneva alla 101ª Divisione Aviotrasportata, 506º Reggimento di Fanteria Paracadutista, e partecipò all'operazione Market Garden. Nixon conseguì il grado di sottotenente alla Army Officer Candidate School nel 1941 e decise di chiedere l'assegnazione ai paracadutisti. Da qui l'assegnazione alla Scuola di paracadutismo a Fort Benning in Georgia e poi in Inghilterra coinvolto nella preparazione dello sbarco in Normandia. Inizialmente venne assegnato al 2º battaglione come S-2 (ufficiale addetto alle informazioni)[1], e poi sempre come S-2 al 506º reggimento, trascorrendo tutta la campagna di Normandia senza sparare un colpo. Comunque nei Paesi Bassi venne colpito da un proiettile di una MG 42. Partecipò anche alla Operazione Varsity assegnato provvisoriamente alla 17a divisione paracadutisti. Dopo il finire della guerra affrontò due divorzi e parecchi momenti bui. Il suo terzo matrimonio fu più felice e divenne socio in affari del suo amico Richard Winters. Morì nel 1995.

Jack E. Foley[modifica | modifica wikitesto]

Durante la guerra raggiunse il grado di tenente.

Lynn Compton[modifica | modifica wikitesto]

Durante la guerra raggiunse il grado di sottotenente. Era candidato a diventare comandante della Compagnia Easy per sostituire Dick finché non ebbe una crisi a Bastogne, ma sul finire della guerra ritornò nella compagnia, con gran sollievo dei suoi compagni. Dopo la guerra divenne procuratore generale e si distinse anche nella carriera di magistrato. Al momento della messa in onda della serie era ancora in vita.

Clancy O. Lyall[modifica | modifica wikitesto]

Durante la seconda guerra mondiale è stato sergente capo. È sepolto presso l'Evergreen Memorial Gardens, Great Mills, Maryland.

Herbert M. Sobel[modifica | modifica wikitesto]

Dopo la guerra svolse il lavoro di ragioniere.

Harry F. Welsh[modifica | modifica wikitesto]

Durante la guerra è stato tenente della Compagnia Easy.

Robert E. Wynn[modifica | modifica wikitesto]

Durante la guerra raggiunse il grado di sergente.

Frederick T. Heyliger[modifica | modifica wikitesto]

Durante la guerra raggiunse il grado di capitano.

Eugene G. Roe[modifica | modifica wikitesto]

Durante la guerra è stato sottufficiale della Compagnia Easy. Era un medico. Sconvolto dalle vicende della guerra, in particolare dalla morte di un'infermiera belga sua amica a Bastogne, tornerà a casa e farà fortuna nell'edilizia. Morì in Luisiana nel 1998.

William Guarnere[modifica | modifica wikitesto]

Durante la guerra è stato sergente della Compagnia Easy. All'inizio della campagna di Normandia combatte con rabbia i tedeschi, perché suo fratello ha perso la vita di recente in Italia; inoltre guarda con diffidenza il tenente Winters (ad esempio perché non beve), prima di rendersi conto che è un buon comandante. È stato ferito a una gamba a Bastogne, e successivamente gli viene amputata. Al momento della messa in onda della serie era ancora in vita.

Thomas Meehan III[modifica | modifica wikitesto]

Durante la guerra raggiunse il grado di ufficiale della Compagnia Easy, morì durante il D-Day a causa del fuoco di contraerea nemico che colpì l'aereo sul quale si trovava.

Albert Blithe[modifica | modifica wikitesto]

Durante la guerra raggiunse il grado di sergente capo della Compagnia Easy. All'inizio era spaventato dalla guerra, poi l'esempio del suo superiore (il tenente Winters) in qualche modo lo trasformò in un soldato coraggioso, che si offriva sempre volontario anche negli incarichi più pericolosi. Ferito gravemente in Normandia, passò quattro anni in un ospedale in Inghilterra, prima di morire nel 1948; non si era più ripreso dalla sue ferite, né fisiche né psicologiche.

Frank J. Perconte[modifica | modifica wikitesto]

Durante la guerra è stato un sottufficiale.

Carwood C. Lipton[modifica | modifica wikitesto]

Durante la guerra è stato a lungo sergente, poi nel 1945 fu promosso tenente della Compagnia Easy. Al momento della messa in onda della serie era ancora in vita.

Norman S. Dike[modifica | modifica wikitesto]

Durante la seconda guerra mondiale è stato un tenente. Comandante della Easy, era il tipico ufficiale incompetente, che si imboscava quasi sempre, ma era intoccabile per le sue parentele / amicizie politiche. Winters non riesce a sostituirlo, e la sua codardia ed incompetenza provocheranno gravi perdite durante uno scontro nel villaggio di Foy, per cui verrà sostituito dal tenente Speirs nel bel mezzo dell'azione. Alla fine della battaglia si scopre che era stato ucciso, non si sa bene da chi (o se si sia suicidato).

Ronald C. Speirs[modifica | modifica wikitesto]

Durante la guerra fu capitano della Compagnia Easy. Fu inizialmente comandante di plotone delle compagnie Charlie e Baker del 1º Battaglione del 506º Reggimento di Fanteria Paracadutista, dopodiché fu assegnato nella Compagnia Dog prima dell'Operazione Overlord, prima che la sua unità fu spostata nella Compagnia. Sospettato di aver giustiziato dei prigionieri di guerra, ma in realtà erano solo voci per ingigantire la sua aggressività; è un comandante duro ma coraggioso e popolare tra i suoi compagni. Continuerà la carriera militare dopo la guerra, combattendo in Corea, e si congederà dall'esercito col grado di tenente colonnello.

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Ambrose, p.103.
Televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione