Non ci sarà domani

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Non ci sarà domani
Non ci sarà domani.png
James Cagney in una scena del film
Titolo originale Kiss Tomorrow Goodbye
Lingua originale inglese
Paese di produzione USA
Anno 1950
Durata 102 min.
Colore B/N
Audio Mono (Western Electric Recording)
Rapporto 1.37 : 1
Genere drammatico
Regia Gordon Douglas
Soggetto Horace McCoy (romanzo Un bacio e addio)
Sceneggiatura Harry Brown
Produttore William Cagney
Casa di produzione William Cagney Productions
Fotografia J. Peverell Marley
Montaggio Walter Hannemann, Truman K. Wood
Effetti speciali Paul Eagler
Musiche Carmen Dragon
Carmen Dragon (direzione musicale)
Scenografia Wiard Ihnen
Joseph Kish (arredamenti)
Costumi Adele Parmenter
Trucco Otis Malcolm
Interpreti e personaggi

Non ci sarà domani (Kiss Tomorrow Goodbye), è un film del 1950 diretto da Gordon Douglas. La sceneggiatura si basa sul romanzo Kiss Tomorrow Goodbye di Horace McCoy pubblicato a New York nel 1948[1].

Il produttore William Cagney è il fratello dell'attore James Cagney, protagonista del film.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

In un'aula di tribunale, sette persone sono a processo: Holiday Carleton, gli ex poliziotti Charles Weber e John Reece, Cherokee Mandon, Peter Cobbett, ex guardia carceraria della prigione di stato, e due criminali, Vic Mason e Jinx Raynor.

Attraverso le testimonianze degli imputati, viene raccontata la storia di un'evasione e dell'omicidio di uno dei due fuggitivi. Un criminale, Ralph Cotter, esce di galera uccidendo nella fuga Carleton, un altro galeotto, rimasto ferito nel tentativo di evasione. Una volta libero, Cotter corteggia la sorella del morto, Holiday Carleton, e organizza altri colpi, riuscendo persino a corrompere un ufficiale di polizia. Quando Holiday scopre la verità sull'omicidio del fratello, non esiterà a uccidere Cotter.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Le riprese del film, prodotto dalla William Cagney Productions (come A Cagney Production), durarono dal 15 aprile a metà maggio 1950. Alcune scene furono girate in California, in una tenuta nei pressi di Chino e a Glendale[1].

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il copyright del film, richiesto dalla Cagney Productions, Inc., fu registrato il 31 agosto 1950 con il numero LP333[1].

Distribuito dalla Warner Bros., il film fu presentato a New York il 4 agosto 1950, uscendo nelle sale cinematografiche USA il 19 agosto[1].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d AFI

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema