Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Noboru Iguchi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Noboru Iguchi

Noboru Iguchi (井口昇 Iguchi Noboru?; Tokyo, 28 giugno 1969) è un regista, sceneggiatore e attore giapponese.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Debuttò in veste di attore nel 1993, interpretando un ruolo nella commedia Down the Drain. Nel 2003 scrisse e diresse il suo primo film, l'horror A Larva to Love.

Tra il 2003 e il 2005 diresse per il V-Cinema tre film pornografici, intitolati Heisei Jogakuen Kotobu: 18kin Tairyoku Sokutei Hen Omote & Ura Bajon, Impolite Education e Saishū seiki! Natsume Nana - kyūkyoku no erosu, quindi tornò a dirigere film che mescolavano azione, commedia e horror, come Kazuo Umezu's Horror Theater: Snake Girl, Sukeban Boy e Cat-Eyed Boy.

Nel 2008 realizzò i finti spot televisivi presenti nell'horror-splatter Tokyo Gore Police, diretto da Yoshihiro Nishimura,[1] e diresse lo splatter The Machine Girl, che generò un cortometraggio spin-off intitolato Shyness Machine Girl, diretto sempre da Iguchi nel 2009.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Regista[modifica | modifica wikitesto]

  • Kurushime Girl (クルシメさん Kurushime-san?) (1997)
  • A Larva to Love (恋する幼虫 Koi-suru Yōchū?) (2003)
  • Sukeban Boy (おいら女蛮 スケバン Oira sukeban?) (2006)
  • Manji (2006)
  • Cat-Eyed Boy (猫目小僧 Nekome kozō?) (2006)
  • The Machine Girl (片腕マシンガール Kataude mashin gāru?) (2008)
  • RoboGeisha (ロボゲイシャ Robogeisha?) (2009)
  • Mutant Girls Squad (戦闘少女 血の鉄仮面伝説 Sentō Shōjo: Chi no Tekkamen Densetsu?) (2010)
  • Karate-Robo Zaborgar AKA Denjin Zaborger (電人ザボーガー Denjin Zabōgā?) (2011)
  • Tomie Unlimited (富江 アンリミテッド Tomie anrimiteddo?) (2011)
  • Zombie Ass (ゾンビアス Zonbiasu?) (2011)
  • Dead Sushi (デッド寿司 Deddo sushi) (2012)
  • Nuigurumaa Z (ヌイグルマーZ) (2014)

Sceneggiatore[modifica | modifica wikitesto]

Attore[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) An Interview with TOKYO GORE POLICE Director Yoshihiro Nishimura, twitchfilm.com, 28 ottobre 2008. URL consultato il 25 aprile 2015.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN254223053 · ISNI: (EN0000 0003 7686 3956 · GND: (DE1060263343 · BNF: (FRcb16612484p (data)