Nitrito d'isobutile

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nitrito d'isobutile
formula di struttura
Struttura 3D sfere-stecche del nitrito isobutile
Struttura 3D van der Waals del nitrito isobutile
Nome IUPAC
isobutilnitrito
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolareC4H9NO2
Massa molecolare (u)103,11976
Aspettoliquido giallo paglierino
Numero CAS542-56-3
Numero EINECS208-819-7
PubChem10958
SMILES
CC(C)CON=O
Proprietà chimico-fisiche
Densità (g/cm3, in c.s.)0,87
Solubilità in acqualeggermente solubile
Temperatura di ebollizione340
Indicazioni di sicurezza
Simboli di rischio chimico
facilmente infiammabile tossico a lungo termine irritante
pericolo
Frasi H225 - 302 - 332 - 341 - 350
Consigli P201 - 210 - 281 - 308+313 [1]

Il nitrito d'isobutile , C4H9NO2, è un estere dell'isobutanolo e dell'acido nitroso, a struttura chimica (CH3)2CH-CH2-O-N-O. Si presenta come un liquido giallo paglierino di odore pungente. Agisce come vasodilatatore ed è usato come sostanza stupefacente per via inalatoria.

Impieghi[modifica | modifica wikitesto]

Il nitrito d'isobutile in passato era usato per il trattamento di alcune patologie cardiache come l'angina pectoris, ma le sue indicazioni mediche oggi si limitano alle intossicazioni da cianuro. Viene anche utilizzato come stupefacente in quanto induce un breve stato di euforia, prolungato dall'assunzione contemporanea di altre sostanze stimolanti come la cocaina o l'ecstasy.

In Italia non è soggetta a restrizioni in quanto sostanza d'abuso, ma a partire dal 2007 ne è vietata la vendita al pubblico essendo stata dimostrata la sua cancerogenicità[2].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Sigma Aldrich; rev. del 23.12.2011
  2. ^ Scheda sugli Alchil nitriti del Ministero della Salute Archiviato il 19 ottobre 2009 in Internet Archive.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Chimica Portale Chimica: il portale della scienza della composizione, delle proprietà e delle trasformazioni della materia