National Gallery of Canada

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
National Gallery of Canada
Musée des beaux arts du Canada
National Gallery of Canada logo.svg
National Gallery of Canada glass tower 2005.jpg
Ubicazione
Stato Canada Canada
Località Ottawa
Caratteristiche
Tipo pittura, disegni, sculture e fotografia
Direttore Marc Mayer
Sito web

Coordinate: 45°25′45.96″N 75°41′54.19″W / 45.429434°N 75.698386°W45.429434; -75.698386

The National Gallery of Canada (in francese: Musée des beaux arts du Canada), si trova ad Ottawa la capitale del Canada, Ontario, ed è uno dei musei più importanti del Canada.

Il museo è situato in una struttura di vetro e granito sul Sussex Drive con una vista sugli edifici della collina del Parlamento. La struttura progettata da Moshe Safdie fu inaugurata nel 1988.[1] Il direttore del museo Jean Sutherland Boggs fu scelto direttamente dal primo ministro Pierre Trudeau.[2]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La Galleria è stato formato nel 1880 da Canada Governatore Generale John Douglas Sutherland Campbell, 9 ° duca di Argyll, e nel 1882 si trasferisce nella sua prima casa sulla collina del Parlamento nello stesso edificio della Corte Suprema. [2] Nel 1911, la galleria si è trasferita al Victoria Memorial Museum, oggi sede del Museo canadese della natura. Nel 1913, la prima Galleria Nazionale di legge è stata approvata delinea inviati e le risorse della Galleria. [2] Nel 1962 la galleria si è trasferita al sito Lorne Building, un edificio per uffici, piuttosto anonimo su Elgin Street. [5] Adiacente alla British High Commission, l'edificio è stato poi demolito per un edificio per uffici 17 piani che è quello di ospitare il Dipartimento federale delle finanze. Il museo si trasferì nella sua attuale edificio su azionamenti del Sussex nel 1988 accanto a Nepean Point. Nel 1985 la nuova creazione Canadian Museum of Contemporary Photography (CMCP), ex divisione fotografici Stills del National Film Board of Canada, è stata affiliata alla National Gallery. Il CMCP di mandate, la raccolta e il personale si è trasferita nella nuova sede nel 1992, a 1 Rideau Canal, vicino al Chateau Laurier. Nel 1998, l'amministrazione del CMCP è amalgamato a quello della National Gallery di. Nel 2000, il Royal Architectural Institute of Canada ha scelto la National Gallery come uno dei top 500 edifici prodotti in Canada Durante l'ultimo millennio

Collezione[modifica | modifica wikitesto]

L'interno della National Gallery of Canada

Il museo ha una vasta e variegata collezione di pittura, disegni, sculture e fotografia. Sebbene concentrata sugli artisti canadesi sono presenti nella collezione molti artisti europei. La collezione di Arte contemporanea è molto consistente tra cui opere di Andy Warhol.[3] Nel 1990 il museo comprò Barnett Newman Voice of Fire per $1.8 milioni, causando molte controversie. Nel 2005 il museo acquistò un dipinto di Francesco Salviati per $4.5 milioni.[4]

Sempre nel 2005 una grande scultura di Louise Bourgeois, Maman, fu installata di fronte al museo.[5]

La collezione canadese comprende opere di Tom Thomson, del Group of Seven, Emily Carr, Alex Colville[6] e Thomas Reid (TR) MacDonald.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Maman all'esterno dell'entrata principale

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN152365555 · LCCN: (ENn79043161 · ISNI: (EN0000 0001 2186 9547 · GND: (DE1003320-8 · BNF: (FRcb118812155 (data) · ULAN: (EN500309817 · NLA: (EN35375618 · BAV: ADV10215094
Musei Portale Musei: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Musei