Nataniela De Micheli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Nataniela De Micheli (Colico, 15 novembre 1935Milano, 13 settembre 1969) è stata un'attrice teatrale e personaggio televisivo italiana.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Studentessa del Liceo Artistico di Brera, venne scoperta dal regista Alessandro Brissoni, che la diresse in alcuni spettacoli televisivi sperimentali negli studi Rai di Milano[1]. Successivamente fu una delle prime annunciatrici della televisione italiana sempre dalla sede Rai di Milano, ruolo dal quale si dimise nel 1957 non avendo ottenuto un regolare contratto di lavoro[2][3].

Dopo la separazione dal marito, l'avvocato e consulente del Milan Armando Radice, negli anni sessanta riprese a lavorare nel mondo dello spettacolo in alcuni ruoli di secondo piano[1].

Si tolse la vita nel 1969 all'età di 34 anni, gettandosi dall'ultimo piano dello stabile dove abitava[1][4].

Filmografia parziale[modifica | modifica wikitesto]

Teatro[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c L'ex annunciatrice De Micheli s'è uccisa perché non aveva più scritture, in La Stampa, 14 settembre 1969, p. 8.
  2. ^ Nives Zegna già miss Italia nuova annunciatrice della tv, in La Stampa, 25 novembre 1957, p. 3.
  3. ^ La vicenda diviene oggetto di almeno due interrogazioni parlamentari, una dell'on. Luciana Viviani (cfr. Sedute di martedì 13 febbraio 1958, in Atti Parlamentari - Camera dei Deputati, pag. 39.949.) e e l'altra dell'on. Giuseppe Calabrò (cfr. Camera dei deputati, Resoconto sommario del 14 febbraio 1958, pag. 13).
  4. ^ L'ex annunciatrice suicida, in La Stampa, 13 settembre 1969, pp. 1-2..

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]