Museo di storia di Barcellona

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Museo di storia di Barcellona
Escalera Patio Museo Historia.jpg
Interno del cortile della Casa Padellàs
Ubicazione
StatoSpagna Spagna
LocalitàBarcellona
IndirizzoPlaça del Rei s/n
Caratteristiche
TipoStoria, archeologia
Apertura1943
ProprietàBarcelona City Council
DirettoreJoan Roca
Sito web

Coordinate: 41°23′02.05″N 2°10′39.69″E / 41.383904°N 2.177691°E41.383904; 2.177691

Il Museo di storia di Barcellona (in catalano: Museu d'Història de Barcelona; in spagnolo: Museo de Historia de Barcelona), conosciuto anche per l'acronimo MUHBA, è un museo della città che conserva, documenta, divulga, ed espone il patrimonio storico della città di Barcellona, dalle sue origini fino al presente. Dipende dal comune di Barcellona. Ha la sua sede centrale nella plaça del Rei ("piazza del Re"), nel cuore del quartiere gotico (Barri Gòtic), e gestisce diversi centri patrimoniali distribuiti nelle diverse circoscrizione della città. Fu fondato il 14 aprile 1943; il suo principale promotore e primo direttore fu lo storico Agustí Duran i Sanpere.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Dall'Esposizione Universale di Barcellona di 1888 in poi, si registrano diversi tentativi istituzionali di configurare un'esposizione permanente e collezioni specifiche della storia di Barcellona.

Nel 1931 si trasferì, pietra per pietra, la Casa Padellàs, un palazzo dei secoli XV-XVI, dalla strada Mercaders fino alla piazza del Re (plaça del Rei), in seguito all'apertura della via Laietana, una strada veloce che doveva collegare l'Eixample di Barcellona con il suo porto e che toccò una parte significativa della città antica.

MUHBA Plaça del Rei. Sottosuolo Archeologico
MUHBA Plaça del Rei. Sala dal Tinell

I lavori di ricostruzione della Casa Padellàs nel suo nuovo posto nella piazza del Re (Plaça del Rei), portarono alla superficie una parte importante dell'antica città romana di Barcino, e causarono un intervento archeologico in tutto il sottosuolo della stessa piazza che continuò fino alla guerra civile spagnola di 1936-1939. Questi scavi, insieme al recupero dal Palazzo Reale medievale (Palau Reial Major) situato in questo stesso luogo configurò la posizione idonea per il Museo di storia di Barcellona. Il museo s'inaugurò dopo la guerra civile spagnola, nel 1943. Il suo primo direttore fu lo storico Augustí Duran i Sanpere. Il nucleo del museo era costituito dalle collezioni municipali di storia di Barcellona che erano state formate dal secolo XIX e includeva il complesso monumentale di Plaça del Rei (Casa Padellàs, scavi della città romana e Palau Reial Major). Gradualmente, fu incorporando nuovi spazi come il tempio romano di Barcellona dedicato ad Augusto o la necropoli romana della Plaça Vila de Madrid (scoperta nel 1954). L'area archeologica nel sottosuolo di Plaça del Rei cresci anche dopo la scoperta di un battistero paleocristiano (1968). Caratteristica importante del museo è, sin dalle origini,l'integrazione dei diversi centri patrimoniali. La diretta partecipazione alle attività archeologiche e la ricerca in questo campo è un'altra caratteristica dal MUHBA. Il Museo pubblica la rivista scientifica Quarhis. Quaderns d'Arqueologia i Història de la Ciutat de Barcelona (dal 2005).[1]

L'antica esposizione permanente situata nella Casa Padellàs, venne rimossa nel 1993 e da allora la Casa Padellàs si usa per mostre temporali sulla storia di Barcellona.

Durante le ultime decadi il Museo di storia di Barcellona ha rafforzato l'interesse per la Barcellona contemporanea e si è ampliato grazie alla incorporazione di nuovi spazi, distribuiti per tutta la città.

Il MUHBA, dal 2010 è promotore di un nuovo network europeo di musei della città, che realizza regolarmente riunioni di lavoro.

Spazi del museo[modifica | modifica wikitesto]

MUHBA Tempio di Augusto
  • MUHBA Plaça del Rei. Sede principale del museo. Ingresso per la Casa Padellás, antico palazzo dei secoli XV-XVI, buon esempio dell'architettura civile dal gotico catalano. Visita al sottosuolo archeologico con i resti di una parte della città romana e tardo antica (4000 m²). La visita finisce nel palazzo reale medioevale, includendo la cappella di Sant'Agata (secolo XIV) e la grande sala dal Tinell (secolo XIV), che periodicamente ospita delle mostre.
  • MUHBA Tempio di Augusto. Colonne e basamento dell'antico tempio romano di Barcellona, recuperato agli inizi del secolo XX.
  • MUHBA Necropoli Romana della piazza Vila de Madrid. Necropoli romana situata vicino a una delle antiche vie di accesso alla città.
  • MUHBA Porta di mare Scavi delle terme romane esistenti presso della porta decumana orientale della città e sezione da le mura dalla fine del III secolo
MUHBA Parco Güell - Casa del Guardiano
  • MUHBA Domus Romana di Sant Honorat. Resti di una Domus romana che fu situata nel forum della città e i grandi sili medioevali.
  • MUHBA Domus Romana di Avinyó Resti di un'altra Domus romana situata accanto alle mura. Notevole per il suo decoro di pitture murali e di soffitto
  • MUHBA El Call. Nel cuore de l'antico "Call", il quartiere ebreo di Barcellona nei tempi meioevali. Visione storica del ebraismo medievale a Barcellona: anche dello suo importante legato culturale.
MUHBA Turó de la Rovira
  • MUHBA Santa Caterina. Scavi dell'antico convento domenicano medioevale di Santa Caterina insieme al mercato rinnovato il 2005.
  • MUHBA Villa Joana. Casa museo situata nel parco di Collserola, dedicata alla memoria del poeta catalano Jacint Verdaguer, dove trascorse i ultimi giorni della sua vita. Si presenta anche la storia della casa stessa (da insediamento rurale a villa residenziale) e le mitologie letterarie di Barcellona.
  • MUHBA Parco Güell-Casa del Guardiano. Occupa la casa del guardiano del parco; uno dei padiglioni d'ingresso al recinto. Permette conoscere la relazione fra Antoni Gaudí e il suo mecenate Eusebi Güell, e lo sviluppo urbano di Barcellona nel 1900.
  • MUHBA Oliva Artés Antica fabbrica di macchinari per l'industria tessile. Ospota la mostra Interrogare Barcellona. Dall industrializzazione al XXI secolo, che offre una sintesi della storia contemporanea della città strutturata in dieci punti chiave
  • MUHBA a Fabra i Coats. Fabra & Coats è stata una delle aziende tessili più importanti della Spagna. Le sue grandi edifici di fabbrica sono del secolo XIX (costruiti secondo i modelli industriali del Regno Unito), situati nel quartiere di Sant Andreu e in gran parte conservati. Attualmente ospitano numerosi servizi pubblici e strutture. MUHBA è responsabile del locale caldaia, il nucleo del sistema di alimentazione energetica della fabbrica. È previsto la creazione di un centro informativo sulla storia della fabbrica e sul lavoro industriale
  • MUHBA Turó de la Rovira. Vista panoramica sula città, dalla più alta delle colline che si alzano sul piano di Barcellona (262 m.). Resti delle batterie antiaeree della Guerra Civile Spagnola e delle baracche che occuparono lo spazio in seguito.
  • MUHBA Rifugio 307. Rifugio antiaereo della Guerra Civile Spagnola situato ai piedi della collina di Montjuïc. 400 metri di gallerie sotterranee.
  • MUHBA Casa dell'acqua. Antica stazione di pompaggio costruita fra il 1915-1917, chiave per spiegare la somministrazione d'acqua a Barcellona.
  • Si espone pittura dalle collezioni del MUHBA anche nella Galleria di Illustri Catalani nel Palazzo Requesens, sede della Reial Acadèmia de Bones Lletres de Barcelona (47 ritratti di personalità catalane).

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF: (EN121581698 · ISNI: (EN0000 0001 2321 6793 · LCCN: (ENn50057126 · GND: (DE1053224-9 · BNF: (FRcb12154243f (data) · ULAN: (EN500291708 · BAV: ADV12574614