Moschea Burmali Mescit

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Moschea Burmali Mescit
Burmalı Mescit Camii.jpg
Moschea Burmali Mescit meglio conosciuta come moschea dal minareto a spirale.
StatoTurchia Turchia
LocalitàIstanbul
ReligioneIslam
ArchitettoYakub Sah bin Sultan Sah
Stile architettonicoarchitettura ottomana
Inizio costruzione1550

Coordinate: 41°00′52.56″N 28°57′22.68″E / 41.0146°N 28.9563°E41.0146; 28.9563

La moschea Burmali Mescit meglio conosciuta come moschea dal minareto a spirale (in lingua turca Burmalı Mescit Camii o Burmalı Minare Camii) è una moschea ottomana del XVI secolo, sita nel parco Şarachane, nella municipalità di Fatih ad Istanbul in Turchia.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Costruita nel 1550 per conto del qadi d'Egitto Emin Efendi Nuret, è chiamata burmali per via del suo minareto a spirale in mattoni, unico nel suo genere ad Istanbul in quanto copia di caratteristica costruttiva della dinastia Seljuq. La moschea non è dotata di cupola ma ha un portico poggiato su quattro colonne in pietra bizantine di ordine corinzio. Insolitamente, l'ingresso è fuori centro dietro una colonna. L'interno della moschea è indistinto.[1][2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Jane Taylor, Imperial Istanbul: a traveller's guide, Tauris Parke Paperbacks, 2007, pp. 158–59, ISBN 978-1-84511-334-6.
  2. ^ John Freely, The companion guide to Istanbul and around the Marmara, Companion Guides, 2000, pp. 144–45, ISBN 978-1-900639-31-6.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]