Monti Wugong

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Monti Wugong
WUGONGSHAN.jpg
Veduta di un crinale dei monti Wugong
StatoCina Cina
ProvinciaJiangxi e Hunan
Altezza1 918 m s.l.m. e 1 011 m s.l.m.
Coordinate27°29′N 114°11′E / 27.483333°N 114.183333°E27.483333; 114.183333Coordinate: 27°29′N 114°11′E / 27.483333°N 114.183333°E27.483333; 114.183333
Mappa di localizzazione
Mappa di localizzazione: Cina
Monti Wugong
Monti Wugong

I monti Wugong (cinese: 幕阜山; pinyin: Wugong Shan; romanizzazione Wade-Giles: Wu-kung Shan) sono una catena montuosa, situata prevalentemente nelle regioni centro-occidentali della provincia del Jiangxi, nella Cina sud-orientale, che costituisce parte dell'area di frontiera tra le province di Jiangxi e Hunan. La catena si estende su una lunghezza di circa 130 km e attraversa il confine provinciale lungo un asse sud-ovest/nord-est da Chaling nello Hunan ai dintorni di Yichun nel Jiangxi, essendo separata dai monti Jiuling più a nord dalla valle che collega Zhuzhou e Yichun. La sezione sud-occidentale è la parte più elevata della catena, con altitudini medie di 1500 m. Le cime principali sono il monte Wugong, che culmina a 1918 m, e il monte Taiping, che culmina a 1736 m, sul confine provinciale. Verso est, la catena è meno elevata e si suddivide in tre catene più o meno parallele, i monti Chen, i monti Wugong propriamente detti e i monti Yunxiao. La catena forma il principale spartiacque tra il bacino del fiume Gan nel Jiangxi e quelli dei fiumi Mi e Lu, affluenti del fiume Xiang, nello Hunan. L'area è ricoperta da fitte foreste e produce grandi quantità di pino e cedro. Sul versante nord-occidentale, a Pingxiang, vi sono miniere di carbone; altri depositi di carbone vengono sfruttati a Tianhe, sul versante sud-orientale.

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Prati di alta quota.
Wang Xian, situata nei pressi della vetta del monte Wugong.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Istituto Geografico De Agostini. Il Milione, vol. VIII (Regione cinese - Regione indocinese), pagg. 25-62. Novara, 1962.
  • (EN) China: a Country Study, Library of Congress Country Studies, 1987. URL consultato il 19 giugno 2015.
  • Damian Harper, Cina, Lonely Planet (2007). ISBN 978-88-6040-146-5.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]