Mio zio Beniamino, l'uomo dal mantello rosso

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Mio zio Beniamino)
Mio zio Beniamino, l'uomo dal mantello rosso
Titolo originale Mon oncle Benjamin, l'homme à l'habit rouge
Paese di produzione Francia, Italia
Anno 1969
Durata 90 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere commedia
Regia Édouard Molinaro
Soggetto Claude Tillier (romanzo)
Sceneggiatura André Couteaux, Jean-François Hauduroy, Édouard Molinaro, Marina Cicogna
Fotografia Alain Levent
Montaggio Monique Isnardon, Robert Isnardon
Musiche Jacques Brel, François Rauber
Scenografia François de Lamothe
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Mio zio Beniamino, l'uomo dal mantello rosso (Mon oncle Benjamin, l'homme à l'habit rouge), anche noto semplicemente come Mio zio Beniamino, è un film del 1969 diretto da Édouard Molinaro.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Beniamino Rathery, giovane medico, è pieno di debiti e deve sposare la ricca Arabella, ma l'idea del matrimonio lo atterrisce.

Il caso vuole che Arabella si innamori di un altro. Beniamino sta già tirando un sospiro di sollievo quando arriva il ricatto di Manette, ragazza lungamente corteggiata: o il matrimonio o l'abbandono.

E così Beniamino finisce davanti al prete.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema