Minime suore del Sacro Cuore

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Le minime suore del Sacro Cuore sono un istituto religioso femminile di diritto pontificio: le suore di questa congregazione pospongono al loro nome la sigla M.S.C.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La casa madre della congregazione a Poggio a Caiano

Nel 1896 Maria Margherita Caiani (1863-1921) e due consorelle del terz'ordine francescano si riunirono per condurre vita comune a Poggio a Caiano e iniziarono a dedicarsi a diverse opere di carità (istruzione, visita ai malati) in parrocchia. Il 15 dicembre del 1902 la comunità venne eretta in istituto religioso e le suore assunsero il titolo di Minime del Sacro Cuore, la forma del loro abito fu copiata da quella dell'abito indossato da santa Margherita Maria Alacoque[1]: alla morte della fondatrice contavano tredici case in Italia e 124 religiose impegnate in asili, orfanotrofi e ospedali.

La congregazione ottenne il riconoscimento ecclesiastico di istituzione di diritto pontificio con il decreto di lode del 3 febbraio 1926; le sue costituzioni vennero definitivamente approvate dalla Santa Sede il 21 novembre del 1933 e il loro Ordine ebbe il riconoscimento giuridico del Governo, con decreto firmato da Vittorio Emanuele III e da Benito Mussolini[2]. A Firenze le suore prestarono assistenza presso l'Ospedale di San Giovanni di Dio in Borgo Ognissanti, poi si trasferirono a Montughi, dove rimasero fino al 1935, quindi si stabilirono a Poggio a Caiano.

Le Minime del Sacro Cuore si segnalarono particolarmente nell'opera assistenziale svolta negli ospedali di guerra: la loro fondatrice è stata beatificata da papa Giovanni Paolo II nel 1989.

Attività e diffusione[modifica | modifica wikitesto]

La finalità dell'istituto è la pratica di qualunque opera di misericordia: le suore si dedicano particolarmente all'assistenza agli anziani e agli invalidi sia a domicilio che negli ospedali e nelle case di riposo, all'istruzione e all'educazione cristiana della gioventù, alla cura degli orfani e all'apostolato missionario.

Oltre che in Italia, le minime suore del Sacro Cuore sono presenti in Brasile, Egitto, Israele e Sri Lanka: la sede generalizia è a Poggio a Caiano.

Al 31 dicembre 2005, la congregazione contava 263 religiose in 31 case.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ C.Donato, Op. cit., pag.45
  2. ^ C.Donato, Op.cit., pag.46

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • E. Frascadore, Minime Suore del Sacro Cuore, in Dizionario degli istituti di perfezione, vol. V, Milano, Edizioni paoline, 1978, coll. 1355-1356.
  • Annuario Pontificio per l'anno 2007, Città del Vaticano, Libreria Editrice Vaticana, 2007, p. 1679. ISBN 978-88-209-7908-9.
  • Calcedonio Donato, Dal colle al piano, Firenze, Edizioni della Parrocchia dell'Immacolata a Montughi, 1996

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cattolicesimo Portale Cattolicesimo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cattolicesimo