Minar-e-Pakistan

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Minar-e-Pakistan (Urdu: مینار پاکستان / ALA-LC: Minar-i Pakistan, letteralmente "Torre del Pakistan") è un monumento pubblico situato in Iqbal Park che è uno dei più grandi parchi urbani a Lahore, Punjab, Pakistan. La torre è stata costruita nel corso del 1960 sul luogo in cui, il 23 marzo 1940, la All-India Muslim League, durante il dominio coloniale britannico nell'India britannica ha approvato la risoluzione di Lahore, la prima chiamata ufficiale per una patria separata per i musulmani che vivono in Asia del Sud, secondo la teoria delle due nazioni.

Progettazione[modifica | modifica wikitesto]

La torre riflette una miscela di Mughal / islamica e l'architettura moderna.

La torre è stata progettata e supervisionata da Nasreddin Murat-Khan, un architetto e ingegnere proveniente da Daghistan. Il progetto strutturale è stato eseguito da Nasreddin Murat-Khan (un tecnico qualificato, se stesso), assistito da Ingegnere Abdur Rehman Khan Niazi, che lavorava come "Structural Design Engineer per Illeri N. Murat-Khan & Associates". Approvato dal Presidente, il progetto è stato costruito da "Mian Abdul Khaliq and Company". La posa della prima pietra è stata posta il 23 marzo 1960. Edilizia voluti otto anni, ed è stato completato il 21 ottobre 1968 presso un costo stimato di Rs 7.058.000. Il denaro è stato raccolto imponendo una tassa supplementare biglietti del cinema e corse di cavalli su richiesta di Akhtar Hussain, governatore del West Pakistan. Oggi, il minareto offre una vista panoramica per i visitatori. I parchi di tutto il monumento includono fontane in marmo e un lago artificiale.

Struttura[modifica | modifica wikitesto]

La base è di circa 8 metri dal suolo. La torre sorge circa 62 metri sulla base, l'altezza totale della torre è circa 70 metri dal suolo. I petali dispiegati della base come fiori sono alti 9 metri. Il diametro della torre è di circa 9,75 metri. Il rostro è costruito di piastrelle a motivi geometrici, e si affaccia a Badshahi Moschea. La base comprende quattro piattaforme. Per simboleggiare l'inizio umile della lotta per la libertà, la prima piattaforma è costruita con pietre grezze di Taxila, seconda piattaforma è fatta di pietre martello-elegante, mentre terza piattaforma è di pietre cesellate. marmo bianco lucido alla quarta e ultima piattaforma raffigura il successo del Pakistan Movement. Mr. Mukhtar Masood, un prolifico scrittore e l'allora vice commissario di Lahore, è stato uno dei membri della Commissione Edilizia.

Incizioni[modifica | modifica wikitesto]

Alla base, ci sono incizioni su dieci floreali che convergono in marmo bianco, targhe commemorative. Le incizioni comprendono il testo della risoluzione di Lahore in urdu, bengalese e Inglese, e il testo di risoluzione di Delhi, che è stata approvata il 9 aprile 1946. In diverse placche, versetti coranici e 99 attributi di Allah sono inscritto nella calligrafia araba, considerando che l'Inno nazionale di Pakistan è in urdu e bengalese, brani tratti dai discorsi di Muhammad Ali Jinnah, in urdu, bengalese e Inglese, insieme a pochi distici di Allama Iqbal comprende anche delle altre iscrizioni importanti.

Posizioni Politiche[modifica | modifica wikitesto]

Minar-e-Pakistan ha servito un punto per una serie di manifestazioni.

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]