Mauro Colagreco

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Mauro Colagreco.png

Mauro Colagreco (La Plata, 5 ottobre 1976) è un cuoco argentino, del ristorante Mirazur di Menton.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Dopo gli studi e la qualifica come chef, Colagreco, la cui famiglia è di origini italiane (Guardiagrele, di cui lo chef possiede la cittadinanza onoraria), decise di trasferirsi in Francia dove ebbe l'occasione di collaborare con importanti personaggi del panorama gastronomico francese. Inizialmente collaborò con Bernard Loiseau fino alla sua morte nel 2003. Poi lavorò a Parigi con Alain Passard a l'Arpège, Alain Ducasse presso l'Hotel Plaza Athénée e, infine, trascorrendo un anno presso Le Grand Véfour.

Colagreco ha fondato il ristorante Mirazur a Mentone. Solo sei mesi dopo l'apertura Colagreco ha ricevuto il premio "Rivelazione dell'Anno", una categoria nuova per riconoscerne i meriti, da Gault & Millau, e in meno di un anno ha ottenuto la sua prima stella Michelin.[1]

Il Mirazur è diventato ufficialmente uno dei migliori ristoranti al mondo entrando nella lista dei 50 migliori ristoranti del mondo S.Pellegrino. Nello stesso anno, Colagreco è stato anche premiato come "Chef dell'anno" dalla prestigiosa guida ristorante Gault & Millau - il primo chef non francese a ricevere questo titolo.

Nel 2012 Colagreco viene insignito della seconda stella Michelin.[1]

Colagreco ha imposto uno stile proprio nell'interpretazione delle materie prime e nel contrasto dei sapori. Uno stile che non è radicato nel suo patrimonio culturale italo-argentino e che non si riferisce ai grandi Chef con cui ha lavorato in Francia.

Dal 2016 è giudice nel programma televisivo Top Chef Italia, affiancando nel compito Annie Féolde, Giuliano Baldessari e precedentemente anche Moreno Cedroni.

Nel 2019 Colagreco viene insignito della terza stella Michelin.[2]

Sempre nel 2019 il Mirazur di Mauro Colagreco viene proclamato il miglior ristorante del mondo.

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

  • 2009: Cuisinier de l’Année per la Guida Gault Millau[3]
  • 2016: Mirazur viene eletto "6º best restaurant in the world" da The World’s 50 Best Restaurants[4]
  • 2017: Mirazur viene eletto "4º best restaurant in the world" da The World’s 50 Best Restaurants[5]
  • 2018: Mirazur viene eletto "3º best restaurant in the world" da The World’s 50 Best Restaurants[6]
  • 2019: Mirazur viene eletto "1º best restaurant in the world" da The World’s 50 Best Restaurants[7]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Mauro Colagreco, su identitagolose.it. URL consultato il 10 ottobre 2018.
  2. ^ Guida Michelin Francia 2019. Tre Stelle per Mauro Colagreco, una per Simone Tondo, su gamberorosso.it, 21 gennaio 2019. URL consultato il 21 aprile 2019.
  3. ^ (FR) Mauro Colagreco, la recette 100% iodée du nouveau 2 étoiles Michelin, in nouvelobs.com.
  4. ^ (EN) The World’s 50 Best Restaurants 1-50 - 2016, in The world's 50 best restaurants.
  5. ^ (EN) The World’s 50 Best Restaurants 1-50 - 2017, in The world's 50 best restaurants.
  6. ^ (EN) The World’s 50 Best Restaurants 1-50 - 2018, in The world's 50 best restaurants.
  7. ^ (EN) The World’s 50 Best Restaurants 1-50 - 2019, in The world's 50 best restaurants.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN233303261 · ISNI (EN0000 0003 6755 2590 · BNF (FRcb16585922h (data) · WorldCat Identities (EN233303261