Massimo Ferrarese

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Massimo Ferrarese
Massimo-ferrarese-.jpg

Presidente della
Provincia di Brindisi
Durata mandato 23 giugno 2009 –
23 ottobre 2012
Predecessore Michele Errico
Successore Cesare Castelli (c.s.)

Dati generali
Partito politico Indipendente/Noi centro dal 2010
In precedenza:
NCD (2013-2015)
UDC (2009-2013)
Università Università degli studi di Bari

Massimo Ferrarese (Francavilla Fontana, 28 gennaio 1962) è un imprenditore e politico italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Attività imprenditoriale[modifica | modifica wikitesto]

Titolare di diverse società operanti nelle costruzioni e nella prefabbricazione industriale. È stato amministratore unico di Prefabbricati Pugliesi srl, Dasco Ecologia srl, Costruzioni Pugliesi srl e Eurocave srl.

Diviene presidente di Confindustria Brindisi dal 2004 al 2009 e dal 2007 al 2009 e componente della giunta nazionale sotto la presidenza di Luca Cordero di Montezemolo.

Attività nel sociale[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2005 ha costituito, con il cantante Albano Carrisi, la Fondazione Onlus Puglia per la vita, che opera in beneficenza nel campo oncologico in Puglia.

Nel 2008 ha inciso con il medesimo artista un cd per scopi benefici dal titolo Dai il meglio di te....

Nel 2013, ha inciso sempre insieme ad Albano Carrisi un secondo cd dal titolo Canzoni per la Vita il cui ricavato è stato anch'esso devoluto in beneficenza.

L'8 settembre 2016 ha donato alla sua città (Francavilla Fontana) un rondó interamente realizzato per migliorare lo scorrimento del traffico.

Attività nello sport[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2004 ha rilevato la squadra di basket in serie B2 ed ha costituito poi la S.p.A denominata New Basket Brindisi. Con essa, come unico azionista della società ( patron dal 2004 al 2011) ha vinto tre campionati e una Coppa Italia di Legadue, giungendo poi a diventare oggi una importante realtà cestistica di Lega A.

Attività Politica:[modifica | modifica wikitesto]

A luglio del 2009 si è candidato alle elezioni amministrative come presidente della Provincia di Brindisi a capo di una coalizione chiamata Laboratorio, della quale facevano parte, oltre che la sua lista "Ferrarese presidente", UDC, PD, PSI, e IO SUD. Nel primo turno ottiene il 44,4% delle preferenze riuscendo così accedere al ballottaggio contro Michele Saccomanno candidato del centro-destra che riesce a sconfiggere ottenendo il 57% delle preferenze.

Da Presidente della Provincia ha dedicato diverse battaglie per l'ambiente, per i trasporti e per i costi della politica[1][2]. Nel 2012 è tra i Presidenti delle Province più apprezzati d’Italia e il più amato della Puglia (classifica nazionale stilata da “Monitor Provincia”).[senza fonte] Durante la presidenza di Ferrarese si è verificato l'attentato alla scuola Morvillo Falcone di Brindisi il 19 maggio 2012.

Il 28 giugno 2012 è diventato vice presidente nazionale dell'Unione delle Province d'Italia.[3] Il 2 ottobre 2012 ha rassegnato le sue dimissioni dall'incarico di presidenza[4][5]; la Provincia di Brindisi è passata a gestione commissariale il successivo 24 ottobre.[6][7]

Nel gennaio 2013 l'assemblea provinciale dell'UDC ha annunciato la sua candidatura alla Camera dei deputati, ma dopo alcuni "spostamenti" decisi dalla segreteria nazionale tra Camera e Senato, Ferrarese ha rifiutato la candidatura al terzo posto alla camera.[8]

Nel novembre 2013 aderisce al partito fondato da Angelino Alfano, Nuovo Centrodestra. Il 10 gennaio 2014 viene nominato responsabile del Nuovo Centrodestra Pugliese, con delega per il Salento.

Dal giugno del 2015 è presidente Invimit, la società dello Stato deputata alla valorizzazione del patrimonio pubblico italiano. Appena ricevuto questo incarico dal MEF, si è dimesso dalla carica di responsabile regionale NCD al fine di non incorrere in un conflitto di interessi.

Il Movimento "Noi Centro":[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2010 ha fondato il movimento politico Noi Centro, movimento autonomo, socio-politico-culturale, che non persegue fini di lucro, finalizzato al miglioramento dell'ambiente e della società per favorire un rapporto costruttivo tra il cittadino e le istituzioni.

Dal 2010 Noi Centro è presente in diversi comuni delle Provincie di Brindisi, Taranto e Lecce, annoverando diversi Sindaci, amministratori e presidenti di enti pubblici.

Da gennaio 2014 a febbraio 2016 Noi Centro è stato federato con NCD, ma le ultime elezioni al comune di Brindisi, nelle quali le due forze politiche hanno scelto strade diverse e contrarie, hanno sancito la rottura tra Ferrarese e Alfano. Ha vinto le elezioni Angela Carluccio, la candidata scelta da Noi Centro uscita vincente dalle primarie di coalizione e sostenuta da Conservatori e Riformisti e dalle liste civiche "Impegno Sociale", "Democratici per Brindisi" e "Brindisi Prima di Tutto". Noi Centro raccoglie il 5,00% dei voti eleggendo quattro consiglieri comunali.

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Dal 1986 è sposato con Giuliana D'Antona. Dall'unione nacquero i due figli Iride e Leonida. Diplomato istituto tecnico commerciale, ha frequentato l'università di economia e commercio a Bari.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Polizia Provinciale: consegnate auto blu, provincia.brindisi.it.
  2. ^ Brindisi, la Provincia taglia stipendi. E stop a telefonini e auto blu Pd approva iniziativa Il sondaggio. URL consultato il 24 novembre 2016.
  3. ^ Massimo Ferrarese, vicepresidente nazionale dell’Unione delle Province Italiane (UPI) e presidente della provincia di Brindisi, ad Affaritaliani.it, affaritaliani.libero.it.
  4. ^ Ferrarese si dimette da presidente della provincia di Brindisi, affaritaliani.libero.it.
  5. ^ Brindisi, Ferrarese spiazza tutti e si dimette da presidente Provincia (1° in Italia del riordino). URL consultato il 24 novembre 2016.
  6. ^ Ferrarese accusa Monti e si dimette
  7. ^ Presidenti di provincia e sindaci lasciano le poltrone in vista del Parlamento
  8. ^ Ferrarese rinuncia alla Candidatura, telebrindisi.tv.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Presidente della Provincia di Brindisi Successore Provincia di Brindisi-Stemma.png
Michele Errico dal 22 giugno 2009 al 24 ottobre 2012 Cesare Castelli (commissario)