Mark's Diary

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Mark's Diary
Titolo originaleMark's Diary
Paese di produzioneItalia, Regno Unito
Anno2019
Rapporto16:9
Generebiografico, drammatico, documentario
RegiaGiovanni Coda
SceneggiaturaGiovanni Coda
ProduttoreUniversity of Derby , A.C. Labor
MontaggioAndrea Lotta
MusicheAndrea Andrillo

Cosimo Morleo
Arnaldo Pontis

Les Sticks Fluo
Interpreti e personaggi
  • Mark Cirillo
  • Giacomo Curti
  • Caleb J. Spivak
  • Maximiliano Ulivieri
  • Luca Massidda
  • Rachele Montis
  • Matteo Viola
  • Giulia Vacca
  • Sergio Anrò
  • Gianni Dettori
  • Michele Andrich
  • Carla Cossu
  • Daniele Serra
  • Davide Cauli
  • Cristian Lopez Loddo
  • Circo Zamuner
  • Donatella Deidda
  • Giovanna Stancampiano

Mark's Diary è un film del 2019 scritto e diretto da Giovanni Coda.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

I due protagonisti, Mark e Andrew, sono due uomini disabili dipendenti da altre persone per espletare gran parte delle loro funzioni. Il loro legame è forte, ma del tutto impossibile da mettere in pratica sul piano fisico, a causa delle forti limitazioni nel movimento che impediscono qualsiasi forma di intimità. Iniziano così a sognare di essere un'altra coppia e ad affidare la realizzazione dei propri desideri a due personaggi immaginari. Attraverso la danza, la fotografia, la musica e la poesia inizia un viaggio onirico che conduce alla presa di coscienza dell'urgenza delle istanze legate al diritto per le persone disabili all’amore e alla sessualità. Il film è ispirato al libro LoveAbility[1].

Premi e selezioni ufficiali[modifica | modifica wikitesto]

  • Film of the Week all'Amsterdam New Renaissance Film Festival 2019, Amsterdam, NL.
  • Premio al Miglior Film Lungometraggio Fiction all'Omovies Festival 2019, Napoli, Italia.[2]
  • Best Art Film Award 2019 all'Amsterdam New Renaissance Film Festival 2019, Amsterdam, NL.[3]
  • Best Director LGBT Film Award 2019 all'Amsterdam New Renaissance Film Festival 2019, Amsterdam, NL.[3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Maximiliano Ulivieri (a cura di), LoveAbility. L'assistenza sessuale per le persone con disabilità, Erickson, 2014, ISBN 978-88-590-0692-3.
  2. ^ Il Roma (consultato in data 11-03-2019).
  3. ^ a b nrffamsterdam.com (consultato in data 11-03-2019).

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]