Marius Eriksen (1922-2009)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Marius Eriksen a Catterick nell'aprile del 1942

Marius Eriksen (Oslo, 8 dicembre 1922Oslo, 6 luglio 2009) è stato un aviatore, sciatore alpino, allenatore di sci alpino e attore norvegese.

Era figlio del ginnasta Marius e della sciatrice alpina Bitten e fratello dello sciatore alpino Stein, a loro volta atleti di alto livello[1]. A volte viene identificato come Marius Eriksen Jr. o Lille-Marius per distinguerlo dal padre.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Carriera militare[modifica | modifica wikitesto]

In seguito all'invasione tedesca della Norvegia, nel 1940, Eriksen fuggì dal suo Paese il 5 dicembre e riparò dapprima in Scozia e quindi in Canada, dove frequentò un corso d'addestramento a Little Norway, l'apposita struttura allestita in esilio dall'aeronautica militare norvegese[senza fonte]. Tornato nel Regno Unito, combatté contro i tedeschi come tenente pilota nei ranghi del 331°[2] e del 332º squadrone RAF[1].

Abbattuto con il suo Spitfire il 2 maggio 1943, cadde prigioniero dei tedeschi, che lo tennero nel campo per prigionieri di guerra di Stalag Luft III[senza fonte], in Polonia, fino alla fine della Seconda guerra mondiale[1].

Carriera sciistica[modifica | modifica wikitesto]

Marius Eriksen
Nazionalità Norvegia Norvegia
Sci alpino Alpine skiing pictogram.svg
Specialità Discesa libera, slalom speciale, combinata
Squadra Ready[senza fonte]
Ritirato 1948
 

In gioventù praticò con successo sia lo sci alpino (slalom speciale), sia lo sci nordico (salto con gli sci)[2].

Al rientro in patria dopo la guerra tornò alle gare e vinse due titoli nazionali di slalom speciale, nel 1947 e nel 1948[1]. In quello stesso anno partecipò ai V Giochi olimpici invernali di Sankt Moritz 1948 nelle gare di discesa libera e di combinata, chiuse entrambe al 20º posto.

Carriera da allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Dopo il ritiro dalle competizioni divenne allenatore della nazionale femminile norvegese[1].

Carriera cinematografica[modifica | modifica wikitesto]

Negli anni cinquanta si dedicò anche al cinema, debuttando nel 1954 in Troll i ord nel ruolo di un maestro di sci. In Slalåm under himmelen (1957) interpretò invece un aviatore, pilota di un F-84 Thunderjet che muore in un atterraggio di fortuna[1].

Altre attività[modifica | modifica wikitesto]

Legò anche il suo nome e il suo volto a un celebre maglione decorato a motivi invernali, il maglione Marius[1]; nel 2002 pubblicò l'autobiografia Marius. Skiløper - jageress - krigsfange, scritta con Cato Guhnfeldt[2].

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Campionati norvegesi[modifica | modifica wikitesto]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Per i suoi meriti militari è stato insignito della Krigskorset norvegese, della Distinguished Flying Medal britannica e della Silver Star statunitense[1].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f g h i (NO) Herman Berg, Mannen i Mariusgenseren er død, in ABC Nyheter, 15 luglio 2009. URL consultato il 29 novembre 2014 (archiviato dall'url originale il 5 dicembre 2014).
  2. ^ a b c (EN) Timothy Smith, Marius Eriksen, in Internet Movie Database. URL consultato il 29 novembre 2014.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN229084445