Mario Giorgi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Mario Giorgi (Bologna, 1956) è uno scrittore, regista e blogger italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Con il gruppo comico Trioreno, in cui ha il ruolo di coautore e regista, vince il Festival di Loano 1987, cui seguono partecipazioni del gruppo a trasmissioni televisive (Drive In, Raffaella Carrà Show, Vent'anni dopo, Fate il vostro gioco, Europa Europa).

Scrive testi teatrali per Cardillo & Cattaruzza, T.E.E., la Sentymenti Frankfurt, Marco Cavicchioli, Bucci & Sgrosso, Ballico & Zipoli, Teatro delle Moline, Ferreri & Fiorito, Angelillo & Modugno, Angela Malfitano.

Nel 1993 vince il Premio Italo Calvino con il racconto lungo Codice[1].

Per Radio Rai scrive due radiodrammi: 23 : 59[2] e Pentimento.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Codice, Bollati Boringhieri 1994.
  • Biancaneve, Bollati Boringhieri 1995.
  • Sulla torre antica, Lupetti & Fabiani 1998.
  • 23 : 59, Rai Eri 1999.
  • Torpore, Portofranco 2001[3].
  • Alter E (Un fagiano), :duepunti 2010.
  • Società del Programma Spaziale, Alia 2016.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Mirella Appiotti, Un Calvino in "Codice", in La Stampa, 2 dicembre 1993.
  2. ^ Racconti d'autore "Aspettando il caffè", in la Repubblica, 30 ottobre 1995.
  3. ^ Dario Voltolini, La sfida di due fratelli: perdersi, che vertigine, in La Stampa - Tuttolibri, 28 aprile 2001.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF: (EN28779266 · LCCN: (ENn95056067